coronavirus-ceppo-brasiliano-germania

Anche in Germania è stato identificato il ceppo brasiliano del coronavirus. Il primo caso è stato individuato nella regione dell’Assia poco giorni dopo la prima individuazione in Giappone. La persona contagiata aveva fatto un viaggio in Brasile, la probabile causa dietro l’infezione il che è di per sé rassicurante visto che potrebbe diminuire la possibilità della presenza di altri casi.

La persona in questione è stata individuata nonostante asintomatica quando era già sul volo diretto per la Germania. Al momento non sembrano esserci altri casi. Il ceppo brasiliano, perlomeno secondo gli attuali esperti sanitari, è contagioso quanto le altre variante scoperte negli ultimi due mesi, quella inglese e quella sudafricana.

 

Coronavirus: i nuovi ceppi

Attualmente ci sono quindi tre ceppi che preoccupano tanto che i viaggi internazionali stanno venendo bloccati da una lunga serie di paesi, come all’inizio della pandemia, quasi un anno fa. In Germania finora era stato identificato solo il ceppo inglese e i risultati sono evidenti. Il numero di contagi è cresciuto nell’ultimo mese così come i morti.

Se da un lato tutti sono concordi nel dire che questi ceppi sono solo più contagiosi, oltre il 70% secondo alcuni calcoli, ma non più pericolosi a livello di letalità o casi gravi. Detto questo, più contagiati vuol dire anche più di questi casi che di fatto stanno di nuovo mettendo sotto pressione gli ospedali. La Germania aveva un numero di morti rispetto al totale della popolazione più basso della media europea, ma nell’ultimo mese è cresciuto parecchio.

Ph. credit: GeneProof