Uno studio afferma che non si può essere in forma se si è grassi

Un recente studio ha affermato che svolgere attività fisica ma rimanendo in uno stato di sovrappeso non è positivo in alcun modo

studio forma fisica

Un nuovo studio ha appena affermato con vigore che un atleta non può definirsi “grasso ma in forma”. L’attività fisica non fa nulla per annullare gli effetti dannosi dell’eccesso di peso corporeo sulla salute cardiovascolare, secondo uno studio pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology. I risultati contraddicono studi precedenti che concludevano che il mantenimento dell’attività fisica potrebbe ridurre gli effetti del peso corporeo extra sulla salute del cuore.

“Non si può essere grassi ma sani”, ha detto l’autore dello studio, Alejandro Lucia. “Questa è stata la prima analisi a livello nazionale a dimostrare che essere regolarmente attivi non è in grado di eliminare gli effetti nocivi sulla salute del grasso corporeo in eccesso. I nostri risultati confutano l’idea che uno stile di vita fisicamente attivo possa annullare completamente gli effetti deleteri del sovrappeso e dell’obesità”.

 

La forte presa di posizione nello studio

Questo studio ha esaminato i dati di 527.662 adulti spagnoli che lavorano, tutti assicurati da una grande compagnia di prevenzione dei rischi professionali.  Sono stati classificati in base al livello di attività e al peso corporeo, con circa il 42% classificato come peso normale con un indice di massa corporea (BMI) compreso tra 20 e 24,9. Circa il 41% era in sovrappeso, con un BMI compreso tra 25 e 29,9, mentre il 18% era considerato obeso, con un BMI di 30 o superiore.

Il team di ricerca ha quindi esaminato le associazioni tra BMI, livello di attività fisica e colesterolo alto, ipertensione e diabete, i tre dei quali comportano grandi rischi di infarto e ictus. Hanno scoperto che in tutte le misurazioni dell’IMC, qualsiasi attività fisica era collegata a una minore probabilità di diabete, colesterolo alto e ipertensione rispetto all’assenza di esercizio. “Questo ci dice che tutti, indipendentemente dal loro peso corporeo, dovrebbero essere fisicamente attivi per salvaguardare la loro salute”, ha detto Lucia.

Inoltre, indipendentemente dai livelli di attività, i partecipanti in sovrappeso e obesi hanno affrontato rischi cardiovascolari più elevati rispetto a quelli con peso corporeo normale. Rispetto agli adulti inattivi di peso normale, le persone obese fisicamente attive avevano ancora il doppio delle probabilità di avere il colesterolo alto, quattro volte più probabilità di avere il diabete e cinque volte più probabilità di avere la pressione alta. Pertanto, fare sport mantenendo un livello di massa grassa eccessivo non risolve i problemi, come molti invece pensavano.

Foto di Sasin Tipchai da Pixabay