hub

L’innovativo hub per taxi volanti Urban Air Port® Air-One® è risultato vincitore del concorso Future Flight Challenge, indetto dal governo britannico. Il concorso ha lo scopo di sviluppare infrastrutture e sistemi di aviazione che consentono di realizzare la prossima generazione di veicoli aerei elettrici e autonomi. L’Air-One® è il primo hub mondiale completamente operativo per i futuri velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale (eVTOL), come i droni da carico e i taxi aerei, che sarà lanciato a Coventry nel corso di quest’anno.

 

L’importanza strategica dell’hub per la mobilità aerea

L’edificio è dotato di un’infrastruttura innovativa, completamente autonoma e a zero emissioni, per il potenziamento della mobilità aerea del futuro. L’ambizioso progetto riunirà l’industria, il governo e gli utenti per dimostrare come è possibile sbloccare il potenziale della mobilità aerea urbana sostenibile per ridurre la congestione e l’inquinamento atmosferico e decarbonizzare olisticamente il trasporto, consentendo al contempo lo spostamento di passeggeri e merci senza soluzione di continuità.

La NASA prevede che la mobilità aereo-urbana nei soli Stati Uniti potrebbe avere un valore massimo di 500 miliardi di dollari nel breve periodo, e afferma che una barriera significativa alla crescita del mercato è la mancanza di infrastrutture, un problema che la struttura Urban Air Port® ha lo scopo di risolvere. La Divisione per la Mobilità Aerea Urbana di Hyundai Motor Group ha scelto Urban Air Port® come partner infrastrutturale prioritario per sostenere la crescita globale di questo nuovo settore. L’azienda sudcoreana prevede di lanciare il proprio velivolo eVTOL e di sostenere il più ampio ecosistema della mobilità aerea urbana.

Hyundai Motor Group sta già supportando lo sviluppo di Air-One® come parte del piano di commercializzazione dei suoi aerei, che l’azienda attuerà entro il 2028. L’azienda prevede di installare più di 200 strutture a zero emissioni in tutto il mondo nei prossimi cinque anni, in risposta alla domanda globale.

Ph. credits: Foto di Hyundai.com