Covid-19 variante africana

La variante, proveniente dal Sud Africa del Covid-19, è riscontrata in otto aree del Regno Unito, innescando uno sprint di due settimane per testare tutti nei codici postali interessati. I test porta a porta sono stati avviati dopo che i casi della mutazione sono stati trovati nell’Hertfordshire, nel Surrey, nel Kent, nel Walsall, nel Sefton e nei quartieri londinesi di Merton, Haringey ed Ealing.

Nel tentativo di fermare l’ulteriore diffusione della variante, i test inizieranno giovedì in alcune parti dell’Hertfordshire, dove esiste un caso della mutazione, e nel Surrey, dove due persone sono risultate positive nonostante non avessero legami apparenti con altri casi. Le risorse per la ricerca dei contatti saranno focalizzate sulle aree in cui viene effettuato il test.

 

Covid-19, la variante africana rilevata in otto aree del Regno Unito

Tutti gli adulti nelle aree con codice postale colpite all’interno di quei distretti saranno sollecitati a sottoporsi a un test PCR con tampone; i funzionari della sanità pubblica inizieranno ad andare porta a porta questa settimana. Le otto aree con codice postale sono W7, N17 e CR4 a Londra, WS2 a Walsall, ME15 nel Kent, EN10 nell’Hertfordshire, GU21 nel Surrey e PR9 nel Lancashire.

I funzionari della sanità pubblica cercheranno di testare 80.000 adulti porta a porta o attraverso unità di test mobili aggiuntive. I test positivi saranno sequenziati per i loro marcatori genetici per tracciare eventuali ulteriori variazioni. Gli 11 casi nelle otto aree non hanno alcun collegamento con il viaggio dal Sud Africa ed è probabile che siano infezioni di seconda o terza generazione da casi provenienti dal Sud Africa.

Porta a 105 il numero di casi della variante finora riscontrati in Inghilterra. Non esiste ancora una ricerca ferma sull’efficacia del vaccino AstraZeneca contro la variante, sebbene siano in corso lavori per stabilirlo. Le autorità stanno anche pianificando un campionamento sistematico delle acque reflue per determinare quanto sia diffusa la variante sudafricana.

 

Quali aree sono più colpite?

Attualmente non ci sono prove che questa variante provochi una malattia più grave o che il vaccino regolamentato non protegga da essa. La variazione e la mutazione del virus avvengono naturalmente. Più sopprimiamo nuove varianti, più eviteremo varianti che causano problemi per il trattamento o la vaccinazione.

Il Regno Unito ha uno dei migliori sistemi genomici al mondo, che ci ha permesso di rilevare la variante originaria del Sud Africa nel Surrey. Si invita tutti a fare un test per aiutare a monitorare il virus. La cosa più importante è che le persone continuino a seguire la guida in atto: limitare il numero di contatti, lavarsi le mani regolarmente e accuratamente, mantenere le distanze e coprirsi il viso.

Foto di Syaibatul Hamdi da Pixabay