Un sempreverde invasivo sta riducendo le risorse idriche in Etiopia

Un lungo studio ha scoperto che uno specifico sempreverde sta consumando molta acqua, già di suo scarsa, in una regione dell'Etiopia

sempreverde

Una nuova ricerca ha rivelato come un’invasione dell’albero sempreverde Prosopis juliflora diminuisca seriamente le risorse idriche nella regione di Afar dell’Etiopia, consumando abbastanza di questa risorsa già scarsa per irrigare cotone e canna da zucchero. Un team di scienziati di varie nazioni hanno valutato l’uso dell’acqua dell’albero ed il suo impatto sul bilancio idrico del bacino e sui mezzi di sussistenza rurale nella regione secca dell’Etiopia. I risultati non sono così positivi come molti auspicavano, tutt’altro.

 

Il sempreverde invasivo in Etiopia

Lo studio fornisce la prova che questo albero, che ha invaso sia le pianure alluvionali del fiume Awash, utilizza quantità eccessive di acqua consumando circa 3,1-3,3 miliardi di m3/anno di acqua in tutto l’anno nella regione di Afar.
Il dottor Shiferaw ha detto: “Abbiamo scoperto che i singoli alberi della Prosopis sempreverde consumano tra 1 e 36 litri di acqua al giorno, a seconda del diametro del fusto e delle condizioni del sito. Gli alberi Prosopis non solo usano l’acqua durante tutto l’anno, ma consumano anche più acqua durante la stagione secca, quando quasi tutte le piante autoctone hanno perso le foglie. L’alto flusso di linfa della Prosopis nelle zone aride durante tutto l’anno può essere dovuto a radici eccezionalmente profonde che penetrano fino a 50 m sotto la superficie.”

Nel contesto del cambiamento climatico e della crescente frequenza di eventi di siccità nelle regioni aride dell’Africa subsahariana, il rapporto conclude che questo albero invasivo potrebbe avere gravi conseguenze per i mezzi di sussistenza sostenibili nella regione a meno che la sua diffusione non sia contenuta e la sua densità ridotta.

Foto di jplenio da Pixabay