WhatsApp logo ufficiale
WhatsApp

Molto spesso, il codice di sicurezza o il sistema di riconoscimento biometrico che tutti utilizzano per sbloccare lo smartphone non bastano a proteggere la nostra privacy. Ci sono diverse occasioni, infatti, in cui si lascia il proprio dispositivo, anche per pochi secondi, in mano a qualcuno (conoscente o altro). Come fare, quindi, per evitare che questi curiosino tra le nostre chat? WhatsApp ha la soluzione.

A partire da qualche tempo, il noto servizio di messaggistica di Facebook ha deciso di aggiungere un ulteriore livello di sicurezza alla sua app. Da ora in poi, infatti, sia gli utenti iOS che Android potranno bloccare l’accesso all’account con un sistema di riconoscimento biometrico. Scopriamo insieme come.

 

WhatsApp: rendere l’account più sicuro in poche mosse

Bloccare l’accesso a WhatsApp con un sistema di sicurezza rende le chat più sicure che mai. In questo modo, anche se qualcuno mette le mani sul vostro dispositivo quando è sbloccato, non potrà comunque leggere niente. Attivare la funzione è molto semplice. Tutto quello che bisogna fare è entrare nelle impostazioni dell’app, cliccare sulla sezione “account” e selezionare “privacy“. Vi comparirà una lista di opzioni, basterà cercare quella con la dicitura “blocco schermo” e impostarla su on. Attivata la feature, WhatsApp richiederà l’accesso all’app tramite lo stesso sistema di riconoscimento biometrico utilizzato anche per sbloccare lo smartphone.

Si tratta di una piccola nuova feature che però può fare la differenza nell’utilizzo di tutti i giorni. Ricordiamo che questa è solo una delle nuove funzioni che WhatsApp ha deciso di lanciare per migliorare la sicurezza degli account. Nelle prossime settimane, infatti, ne arriveranno delle altre. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti a riguardo.

Ph. credit: WhatsApp.com