Tamigi gelo siberiano
Foto di Albrecht Fietz da Pixabay

Il fiume Tamigi, simbolo del Regno Unito, ghiaccia dopo 57 anni dall’ultima volta a causa della grande gelata proveniente dalla Siberia. Ciò sembrerebbe una conseguenza del cambiamento climatico del nostro mondo. Le forti temperature sono calate di almeno 7 gradi durante la notte, ma ne sono stati percepiti almeno meno 15 gradi.

L’ultimo evento di ghiaccio simile era avvenuto nel 1963: un evento spettacolare e facile da immortalare per alcune persone, ma richiede un momento di riflessione. Si tratta di un evento causato dal cambiamento climatico che sta trasformando il Pianeta da oltre mezzo secolo. La rarità di questo evento conferma proprio questo.

 

Tamigi ghiacciato a causa del grande gelo siberiano

In passato questi fenomeni sul Tamigi non erano poi cosi rari. Il fiume si congelava quasi ogni anno tanto da permettere determinati eventi e fiere, come le fiere del gelo. Sul Tamigi si formava uno strato di ghiaccio così duro e spesso ci camminavano sopra non solo gli uccellini, ma anche le persone, le slitte, le carrozze e ci si montavano tende, bancarelle, palcoscenici per spettacoli di strada.

Londra ha registrato valori fino a -7, ma per il vento se ne percepivano molto meno. Nel frattempo, la temperatura più fredda del Regno Unito da 65 anni è stata registrata a Braemar nelle Highlands scozzesi di notte, con temperature che sono scese fino a 23 gradi sottozero. Dopo l’avvento della rivoluzione industriale il fiume si è ghiacciato sempre meno e ora appunto non accadeva da oltre mezzo secolo. Quella di questi giorni è dunque una perturbazione estrema, spiegano i meteorologi, tipica proprio del cambiamento climatico che minaccia la salute del pianeta

Image by Albrecht Fietz from Pixabay