WhatsApp autodistruzione messaggi
Photo by Adem AY on Unsplash

Nelle ultime settimane, molti utenti stanno abbandonando WhatsApp per passare a servizi analoghi (Telegram e Signal principalmente). Il motivo? La mancanza di fiducia e i dubbi sulla privacy dei messaggi dopo la decisione dell’azienda di modificare i termini di utilizzo del suo servizio. Nelle scorse ore, tramite un blogpost, WhatsApp ha voluto ribadire la sicurezza dei messaggi inviati sul social. Ecco tutti i dettagli a riguardo.

WhatsApp torna a far chiarezza sui nuovi termini di utilizzo, in arrivo nelle prossime settimane. L’azienda ha cercato di spiegare a tutti, che nonostante tutto, non ci saranno sostanziali cambiamenti relativi alla privacy dei messaggi personali inviati tra gli utenti. Le sue parole riusciranno a convincere tutti?

 

WhatsApp: nessun pericolo per la privacy dei messaggi

Tramite il post pubblicato nelle scorse ore, WhatsApp ha fatto sapere che continuerà ad impegnarsi per proporre funzioni volte alla sicurezza dei messaggi inviato tramite il suo servizio. Tutti i messaggi personali inviati tra gli utenti sono, e saranno sempre, protetti dalla crittografia end-to-end. Ciò vuol dire che solo le due persone in contatto possono leggere i messaggi. WhatsApp, e nessun altro, può accedervi. L’azienda ha inoltre spiegato come fa a garantire il servizio gratuito agli utenti. I costi relativi all’assistenza sono attribuiti alle aziende che utilizzano giornalmente WhatsApp per comunicare con i clienti. Alcune delle funzioni relative agli acquisti sono condivise con Facebook per comodità.

La casa si è anche soffermata a parlare della fuga di utenti dal servizio negli ultimi tempi. Per questa, è normale che gli utenti, non avendo compreso i nuovi termini di utilizzo, abbiano deciso di provare servizi della concorrenza. Nonostante ciò, continua a ribadire che il suo risulta essere uno dei servizi più sicuri in assoluto. Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.