coronavirus-aumento-contagi-italia-germania

La situazione è critica in molti paesi, anche in Italia. L’arrivo dei vaccini ha inizialmente dato un falso senso di fiducia anche se è parzialmente rientrato nel momento in cui le varie case farmaceutiche hanno annunciati diversi tagli. Nel frattempo la popolazione ha cercato di tornare alla normalità, forse anche tropo alla normalità e ora ci ritroviamo ad assistere a un aumento dei contagi da coronavirus.

I casi in Italia stanno salendo, ma non è solo questo, sono diversi i dati che preoccupano, dal tasso positivi rispetto ai tamponi fatti alle terapie intensive che non si stanno svuotando. La colpa è anche della variante inglese del coronavirus e per questo bisogna stare più attenti e infatti alcune regioni stanno tornando a cambiare colore, in peggio. In diverse regioni poi alcune zone ben circoscritte sono diventate zone rosse a se stanti a causa dell’altissimo numero di contagi rispetto alla popolazione. Detto questo, non siamo l’unico paese che sta assistendo a una situazione del genere.

 

Coronavirus: la Germania

Anche in Germania il numero di contagi sta salendo anche se non in modo preoccupante come potrebbe sembrare. I problemi più grandi riguardano sempre la variante inglese del coronavirus che nelle ultime settimane è iniziata a circolare così tanto che tra poco potrebbe diventare il principale ceppo nel paese.

Per alcuni esperti tedeschi, questo aumento dei contagi potrebbe essere il preludio di una terza ondata se non vengono prese misure adeguate a impedirlo. E ancora una volta si ritorna della possibilità di limitare gli spostamenti legati alle scuole. Un altro dato pesante per la Germania è il numero di morti che ha superato i 68.000. Si tratta di quasi un terzo in meno rispetto all’Italia, ma la differenza tra i due paesi si è ridotta sensibilmente in questi due mesi.