Covid-19, il vaccino può causare risultati confusi della mammografia

Un recente studio ha mostrato che le donne che eseguivano una mammografia dopo essersi vaccinate contro il Covid-19 avevano risultati falsi

covid-19 vaccino mammografia
Foto di WikiImages da Pixabay

La vaccinazione contro il Covid-19 procede molto velocemente, con l’obiettivo di vaccinare più persone possibili in brevi tempistiche, per sconfiggere finalmente questa pandemia che dura ormai da un anno. Ovviamente, come tutti i farmaci, anche questi vaccini possono portare a lievi effetti collaterali, ed anche ad aspetti improvvisi. I medici stanno vedendo diverse donne che eseguono mammografie con risultati finali molto confusi e questo sta causando preoccupazione.

I pazienti hanno linfonodi ingrossati, che è un raro segno di cancro al seno. “Quando lo vediamo, ci rianimiamo e ci preoccupiamo”, ha detto il dottor Lars Grimm di Duke Health. I medici stanno ora imparando che questo è causato da donne che hanno recentemente ricevuto il vaccino contro il Covid-19. I linfonodi saranno gonfi sul lato del corpo della persona che ha ricevuto l’iniezione.

 

Il vaccino contro il Covid-19 e la mammografia

L’effetto collaterale, quindi, è che i risultati mostreranno una mammografia e daranno una lettura falsa per il cancro al seno. Grimm dice che le donne devono solo fare un po’ di pianificazione, aspettando un determinato lasso di tempo dopo essersi vaccinate. Eseguire lo screening mammografico prima della prima dose di vaccino Covid-19 o da quattro a sei settimane dopo la seconda dose.

L’ultima cosa che vogliono i medici, però, sono le donne che cancellano tutte insieme le mammografie, cosa che è successo spesso nel 2020. “Siamo preoccupati che le donne salteranno due anni di visite e sappiamo che quando esaminiamo regolarmente, prendiamo il cancro al seno nella prima fase possibile. Sfortunatamente, il cancro al seno è così comune, è davvero importante che le donne diano importanza al mantenimento della salute e non lo dimenticano”, ha detto Grimm.