motivi a strisce sul terreno in Siberia
Misteriosi motivi a strisce nell'Altopiano della Siberia centrale. Immagini dell'osservatorio terrestre della NASA di Joshua Stevens, utilizzando i dati Landsat del US Geological Survey e le informazioni topografiche del progetto ArcticDEM presso il Polar Geospatial Center, Università del Minnesota. Dati acquisiti dal 15 settembre 2016 al 29 ottobre 2020. Ph. Credit: NASA – VisibleEarth – Satellite Landsat 8
motivi a strisce sul terreno in Siberia
Misteriosi motivi a strisce nell’Altopiano della Siberia centrale. Immagini dell’osservatorio terrestre della NASA di Joshua Stevens, utilizzando i dati Landsat del US Geological Survey e le informazioni topografiche del progetto ArcticDEM presso il Polar Geospatial Center, Università del Minnesota. Dati acquisiti dal 15 settembre 2016 al 29 ottobre 2020. Ph. Credit: NASA – VisibleEarth – Satellite Landsat 8

Vicino al fiume Markha nella Siberia artica, la terra si increspa dando vita a dei misteriosi motivi a strisce che mettono in difficoltà gli scienziati che non riescono a comprendere appieno la natura e la causa di queste formazioni. Gli scienziati non sono infatti d’accordo sul motivo per cui queste colline disperse nella Russia artica, presentino increspature di questo tipo.

 

Il Landsat 8: un occhio satellitare sulla Terra

Le immagini di questo misterioso motivo a strisce sul terreno sono state pubblicate dalla NASA all’inizio della scorsa settimana sul sito web dell’Earth Observatory dell’agenzia spaziale statunitense. A scattarle è stato il satellite Landsat 8, lanciato tramite un razzo Atlas-V dalla base aerea di Vandenberg, California, l’11 febbraio 2013. Landsat 8 è quindi il satellite Landsat lanciato più di recente e trasporta gli strumenti Operational Land Imager (OLI) e Thermal Infrared Sensor (TIRS).

Il Landsat 8 orbita attorno alla Terra in un’orbita sincrona al sole, quasi polare, a un’altitudine di 705 km, inclinata di 98,2 gradi, e completa un’orbita terrestre ogni 99 minuti. Landsat 8 acquisisce circa 740 immagini al giorno, delle dimensioni di 185 km x 180 km.

Landsat 8 ha scattato per diversi anni delle immagini che mostrano il suolo su entrambi i lati del fiume Markha, mostrando le increspature del terreno con strisce alternate scure e chiare, visibili in tutte e quattro le stagioni. Le strisce appaiono in modo più pronunciato in inverno, quando il bianco della neve rende il contrasto ancora più netto.

 

Il ciclo di gelo e disgelo potrebbe spiegare questi misteriosi motivi a strisce

Al momento gli scienziati della NASA non hanno ancora trovato una spiegazione univoca per questo fenomeno e le opinioni al riguardo sono spesso contrastanti. Vi sono infatti diverse possibili spiegazioni, ma nessuna di esse ha, sino ad ora, messo d’accordo gli scienziati.

Tra le ipotesi più accreditate vi è il naturale ciclo di gelo e disgelo che si verifica in queste regioni. Questa zona dell’altopiano siberiano centrale trascorre circa è infatti coperta di permafrost per circa il 90% dell’anno, che occasionalmente si scongela per brevi periodi di tempo.

Sappiamo che questo continuo ciclo di congelamento e scongelamento, può provocare la formazione di strani motivi circolari o a strisce sul terreno, secondo quanto riferito in uno studio pubblicato sulla rivista Science nel 2003.

Ma tutti gli altri esempi di motivi geometrici dovuti al ciclo di gelo e disgelo, come i cerchi di pietre delle Svalbard, in Norvegia, sono in genere di dimensioni molto ridotte rispetto alle strisce fotografate dal Landsat 8 in Siberia.

 

L’ipotesi più accreditata: l’erosione con lo schema della torta a strati

Secondo Thomas Crafford, un geologo dell’U.S. Geological Survey, si tratterebbe invece di un peculiare fenomeno di erosione. Crafford ha infatti informato la NASA che secondo lui lo schema delle strisce osservato in Siberia, assomigliano a uno schema osservato nelle rocce sedimentarie, dovuto ad un tipo di erosione conosciuto come geologia della torta a strati.

Crafford spiega che questi schemi erosivi si verificano quando lo scioglimento della neve o la pioggia, fanno si che l’acqua, scendendo verso valle, eroda la roccia e la trasporti in cumuli di sedimenti, dando vita a quelle che appaiono come strisce più scure nelle aree più ripide e strisce più chiare nelle aree più pianeggianti.

Proprio come mostrato nelle immagini del Landsat 8, questa stratificazione sedimentaria è più evidente in inverno, quando il bianco della neve, che si deposita più facilmente nelle aree pianeggianti, le fa apparire ancora più chiare. Questo schema diventa meno evidente man mano che ci si avvicina al fiume, dove i sedimenti si raccolgono in cumuli più uniformi lungo le rive.

Anche la NASA è rimasta soddisfatta della spiegazione di Crafford, ma fino a che non sarà possibile studiare la zona da vicino con spedizioni in loco, non potrà esserci la certezza sulle cause di questo misterioso motivo a strisce inciso nel terreno in Siberia.

Ph. Credit: NASA – VisibleEarth – Satellite Landsat 8