vaccino-91-anni

Ormai le varianti del coronavirus sono quelle che più fanno paura. Nel corso della pandemia ne sono state identificate diverse, ma l’arrivo di quella inglese ha cambiato le carte in tavole. Ora che sappiamo che sono così tanto capaci di peggiorare la situazione. ogni nuova scoperta può risultare potenzialmente un disastro.

In questi giorni in Lombardia, in provincia di Varese, è stata identificata una variante di coronavirus estremamente rara. Si sta parlando di un ceppo che finora è stato identificato sono un’altra volta nel mondo, in Thailandia. Come detto, non si sa ancora che pericoli questa variante porta con sé, ma già il fatto di essere stata trovata solo in due pazienti fa capire che forse non è così contagiosa.

Coronavirus: una nuova variante in Italia

Le parole del ricercatore capo che ha permesso questa scoperta, Fabrizio Maggi: “L’identificazione di questa variante che ha solo un altro caso descritto al mondo è il punto di partenza per nuovi studi e approfondimenti. In particolare, ora che l’intero genoma di questa variante del virus è stato ricostruito, potremmo capirne il significato biologico con studi in vitro e dimostrarne l’eventuale impatto clinico ed epidemiologico sulla popolazione.”

Le varianti nel mondo stanno aumentando, una situazione nata dal fatto che questo coronavirus ha avuto modo di girare liberamente per mesi. Ha avuto la possibilità di girare letteralmente in milioni e milioni di persone. Al momento siamo stati abbastanza fortunati in quanto i vaccini sviluppati finora forniscono comunque una protezione anche contro i nuovi ceppi. Detto questo, non bisogna abbassare la guardia.

Negli Stati Uniti, per esempio, grazie l’alto numero di vaccini inoculati stanno provando a tornare alla normalità. Diverse restrizioni sono state tolte, ma gli esperti avvertono del pericolo di una nuova ondata. Nel paese sono state registrate diverse nuove varianti le quali stanno venendo sottovalutate.