lago turchia marte
Foto di Umit Bektas via Reuters

Mentre il rover Perseverance della NASA esplora la superficie di Marte, gli scienziati alla ricerca di segni di vita antica sul Pianeta Rosso utilizzano i dati raccolti in una missione molto più vicino a noi in un lago nel sud-ovest della Turchia. La NASA afferma che i minerali e i depositi rocciosi a Salda sono la corrispondenza più vicina sulla Terra a quelli intorno al cratere Jezero, dove un tempo dimorava un vasto lago marziano.

 

Confronto incrociato tra Terra e Marte

Le informazioni raccolte dal lago di Salda possono aiutare gli scienziati nella ricerca di tracce fossili di vita microbica in sedimenti che si pensa siano stati depositati intorno al delta e al lago marziano scomparso da tempo. Un team di scienziati planetari americani e turchi ha svolto ricerche nel 2019 sulle rive del lago, note come le Maldive turche per via delle sue acque azzurre e delle sue sponde bianche.

Gli scienziati ritengono che i sedimenti intorno al lago siano stati erosi da grandi cumuli che si sono formati con l’aiuto di microbi noti come microbialiti. Il team dietro il rover Perseverance, che in questo momento sta esplorando la suddetta area, vuole scoprire se ci sono microbialiti nel cratere Jezero. Confronteranno anche i sedimenti della spiaggia di Salda con i minerali carbonatici – formati da anidride carbonica e acqua, un ingrediente chiave per la vita – rilevati ai margini del cratere Jezero. Campioni di roccia perforati dal suolo marziano devono essere immagazzinati sulla superficie per l’eventuale recupero e consegna sulla Terra da due future missioni robotiche, già nel 2031.

Foto di Umit Bektas via Reuters