sigaretta-elettronica
Photo by CDC on Unsplash

Sempre più città, nel corso degli ultimi anni, stanno introducendo il divieto di fumare sigarette tradizionali nei luoghi pubblici all’aperto. Questo processo è stato accelerato anche dalla pandemia da Covid-19, che ha messo in risalto anche il problema dell’inquinamento ambientale, e in questo caso dell’aria.

Contrapposte alle sigarette tradizionali ci sono invece le sigarette elettroniche. Queste non sembrano assolutamente essere dannose e pericolose come le tradizionali, e sembrano invece avere addirittura dei benefici per chi le sceglie in luogo delle comuni sigarette. Le sigarette elettroniche sono disponibili sia in shop fisici che online. Ad esempio, è possibile acquistare online Terpy in tal senso, è un sito che sembra essere fornito e molto apprezzato dai clienti.

Alla luce di queste nuove limitazioni che rendono la vita molto difficile ai fumatori incalliti, e anche alla luce dei benefici che le sigarette elettroniche apportano ad essi, sembra che passare a utilizzare queste sigarette sia una scelta conveniente, se non addirittura intelligente.

Andiamo però per gradi. Vediamo prima in cosa consistono queste limitazioni al fumo e poi quali sono effettivamente i benefici di queste sigarette elettroniche.

Le città che si avvia a diventare smoke-free

Quasi tutti i paesi del mondo puntano a diventare, entro il 2025, “smoke-free”. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che entro questa data puntano ad abbassare fortemente il consumo di sigarette e soprattutto di andare a eliminare il fumo di sigaretta nei luoghi pubblici all’aperto, per rendere l’aria più pulita, di conseguenza, la popolazione più sana.

Anche qui in Italia, uno dei principali scopi del nuovo Esecutivo con a capo Mario Draghi è proprio la “rivoluzione verde”, che tra i vari aspetti prende appunto in considerazione anche la salute pubblica. A questo proposito proprio in Italia abbiamo la città di Milano che è stata tra le ultime città che in questo periodo hanno introdotto queste nuove restrizioni.

Il 19 Gennaio infatti, il comune di Milano ha approvato il divieto di fumare in parchi, stadi, alle fermate dei mezzi pubblici e, più in generale, a meno di 10 metri da un’altra persona. Anche se a molti questi provvedimenti sono sembrati molto restrittivi, e alcuni hanno addirittura gridato alla limitazione delle libertà personali, in realtà queste regole non sono né più né meno pesanti di quelle messe in atto da moltissimi altri paesi e città del mondo.

Questo è un processo che va in realtà avanti da almeno 10 anni. Infatti, ad esempio, a New York e a Città del Messico, sono stati creati già da tempo spiagge, parchi, parchi giochi e altri spazi in cui è completamente vietato fumare.

Anche in Spagna attualmente è vietato fumare per strada e nei luoghi pubblici, così come in Turchia dalla fine del 2020 e a Malta da maggio scorso. Ci sono inoltre paesi che sono ben più avanti degli altri nella lotta contro il fumo. Parliamo della Nuova Zelanda e della Svezia. In quest’ultima nel 2016 solo l’11% della popolazione si affermava fumatrice, e le leggi che vietano il fumo in ristoranti all’aperto, parchi e banchine è del 2019.

I benefici delle sigarette elettroniche

Per collegarci al paragrafo precedente, possiamo dire che uno dei benefici delle sigarette elettroniche è quello di poter essere fumate ovunque o quasi, e di essere attualmente soggette soltanto a pochissime limitazioni.

Questo perché, in realtà, la sigaretta elettronica non produce del vero e proprio fumo, ma un vapore che non risulta essere nocivo. O almeno questo è quello che è emerso dagli studi scientifici finora condotti, che però non possono dare risposte sul lungo termine, in quanto questi sono dei prodotti ancora troppo nuovi. In ogni caso, il parere medico scientifico riguardo alle sigarette elettroniche, può essere consultato su siti specifici.

Qui ci limiteremo a dire brevemente quali sono i benefici che vengono riscontrati dai fumatori tradizionali nel momento in cui questi passano al consumo di sigarette elettroniche. Eccone alcuni:

  • Le vie respiratorie risultano fin da subito meno infiammate, così come anche la gola. Di conseguenza si ha una netta diminuzione della produzione di muchi, della produzione di espettorato, del senso di pesantezza al petto e si ha anche un recupero del fiato.
  • Diretta conseguenza di questo primo punto è il fatto che le prestazioni fisiche delle persone che passano alle sigarette elettroniche vanno a migliorare notevolmente, proprio per un recupero maggiore del fiato e per la diminuzione dell’affanno.
  • Il gusto e l’olfatto, che molto spesso sono alterati nei fumatori incalliti o addirittura molto affievoliti, vengono parzialmente o anche totalmente recuperati da coloro che passano alle sigarette elettroniche. Questo perché si va a ridurre drasticamente l’irritazione dei recettori, sia di quelli del gusto sia di quelli dell’olfatto.
  • Gli studi condotti dai ricercatori non mostrano l’insorgere di malattie gravi in coloro che fanno uso di sigarette elettroniche.

Per tutti questi motivi, abbandonare il fumo di sigaretta per passare allo svapo, sembra essere una scelta saggia, sempre ovviamente se ci si affida a prodotti di qualità e a rivenditori affidabili. Per di più, passare alla sigaretta elettronica aiuta a smettere di fumare definitivamente, il che ovviamente è sempre una cosa positiva.