snapdragon 780G
Foto di Monoar Rahman Rony da Pixabay

Il chip Snapdragon 888 di Qualcomm è il processore di punta dell’azienda e alimenta una grande varietà di dispositivi, dalla linea Galaxy S21 di Samsung a moltissimi telefoni destinati al gaming. Ora Qualcomm ha annunciato l’uscita del nuovo chip Snapdragon 780G, che promette di offrire prestazioni di alto livello anche su telefoni di fascia media. Si tratta del successore dei chip 765G e 768G dello scorso anno, che erano presenti in telefoni come il Pixel 5, e di un nuovo aggiornamento della linea di processori per cellulari di fascia media di Qualcomm.

 

Quali novità porterà il nuovo Snapdragon 780G

Il 780G utilizza una CPU Kryo 670 che, secondo quanto afferma Qualcomm, è il 40% più veloce rispetto al 768G, con una GPU Adreno 642 in grado di supportare schermi con frequenze di aggiornamento fino a 144Hz. Il 780G, inoltre, si basa su un’architettura a 5nm, al debutto tra i chip di fascia media della serie 7 di Qualcomm, che dovrebbe offrire una migliore efficienza energetica a tutta la linea.

Come se non bastasse, il 780G dispone anche del motore AI di Qualcomm di sesta generazione alimentato da un processore Hexagon 770, con un acceleratore AI saldato che, sempre secondo quanto dichiara Qualcomm, può fornire fino a 12 TOPS e raddoppiare le prestazioni dei chip di generazione precedente. Da notare anche l’introduzione di un nuovo acceleratore AI progettato per contribuire ad eliminare i rumori di fondo durante una conversazione, e, allo stesso tempo, per risparmiare energia.

Per quanto riguarda la fotocamera, l’ISP Spectra 570 del 780G è ora in grado di catturare fino a tre foto simultaneamente per un massimo di 25 MP, mentre il processore di immagini è meglio equipaggiato per gestire le foto con poca luce e supporta anche il 4K HDR. Infine, il 780G dispone della tecnologia FastConnect 6900 di Qualcomm che fornisce un miglior supporto alla connettività wireless, tra cui le tecnologie Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2, e Snapdragon Sound di Qualcomm per avere una maggiore qualità audio wireless a 24 bit. Insomma, si tratta di una vera e propria rivoluzione nel campo dei processori per dispositivi mobili in grado di far progredire velocemente l’intero settore.