animal crossing peluche
Ph. Credit: Build-a-Bear

Build-a-Bear ha svelato l’identità dei suoi peluche di Animal Crossing: Isabelle e Tom Nook sono i protagonisti della nuova collezione. In seguito ad un annuncio a sorpresa l’azienda ha recentemente presentato attraverso un’anteprima online i due peluche dedicati ad Animal Crossing: New Horizons. All’interno di una saletta virtuale i fortunati che vi sono riusciti ad entrare hanno potuto effettuare l’ordine dei prodotti, ma unicamente negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Per coloro che non hanno assistito all’anteprima online i due pupazzi potranno comunque essere acquistati quest’estate quando arriveranno negli store Build-a-Bear.

I due peluche saranno venduti in pacchetti, due da 51 dollari circa per Isabelle e altri due allo stesso prezzo per Nook. Entrambi saranno corredati dall’outfit estivo che li contraddistingue nel gioco e vanteranno un chip audio installato al loro interno. A seconda del pacchetto scelto il chip riprodurrà la musica di New Horizons e le frasi celebri che il personaggio dice all’interno del gioco. Qui sotto trovate un video di presentazione che mostra nella loro interezza i due pupazzi.

Quando potremo metter mano sui peluche di Animal Crossing?

Build-a-Bear ha dichiarato che non vedremo Isabelle o Tom Nook nei negozi prima di quest’estate. Gli ordini online sono invece già disponibili sul sito ufficiale dell’azienda. I prezzi come già riportato sono nella media rispetto agli altri pacchetti in vendita tra cui spiccano i Pokémon Dragonite e Mew al costo rispettivamente di 59 e 61 dollari.

Per il momento gli ordini e l’uscita nei negozi dei due peluche fanno riferimento esclusivamente al territorio americano, ma non è da escludere che i due prodotti possano arrivare anche dalle nostre parti tenendo anche conto della popolarità del gioco in questione. Ricordiamo che Animal Crossing: New Horizons è disponibile su Nintendo Switch ed è tra i titoli più venduti e giocati sulla console grazie soprattutto al suo debutto durante i primi momenti della pandemia lo scorso anno.

Ph. Credit: Build-a-Bear