Apple iPad Pro e mini dummies
Apple iPad Pro e mini dummies

Aprile potrebbe essere il mese degli iPad. Stando a quanto dichiarato da leaker Jon Prosser, infatti, Apple terrà un evento speciale nel corso del mese per lanciare una serie di prodotti. In prima linea, ovviamente, ci saranno i nuovi iPad Pro e il nuovo iPad mini. Nelle scorse ore, è trapelata online l’immagine dei “dummies” dei tre nuovi tablet. L’arrivo sul mercato è imminente?

Apple non aggiorna la gamma di iPad Pro da circa un anno. L’anno scorso, molti sono rimasti delusi dalle poche differenze rispetto alla generazione precedente: quasi lo stesso chip, stesso design. L’unica novità sostanziale è stato il nuovo modulo fotocamera con relativo sensore LiDAR. Le aspettative per i modelli di quest’anno sono molto alte. Ecco quello che sappiamo a riguardo.

 

Apple: i nuovi iPad Pro e iPad mini stanno arrivando

A pubblicare online, la foto dei tre dummies, il noto leaker Sonny Dickson (via Twitter). Le immagini lasciano poco all’immaginazione. Gli iPad Pro manterranno anche quest’anno un design squadrato. L’unica differenza estetica, rispetto al modello precedente, che si nota in foto è la riduzione dello spessore del sensore fotografico. Il resto sembra rimanere invariato. Le novità, stando a quanto emerso dai rumor, staranno all’interno. I nuovi iPad Pro, infatti, potrebbero montare il nuovo chip A14X che garantirà prestazioni nettamente superiori rispetto alla generazione precedenti. Inoltre, miglioramenti importanti potrebbero arrivare anche per quanto riguarda il display (si parla di un mini-LED).

Le foto mostrano anche quello che dovrebbe essere l’iPad mini di sesta generazione. Anche in questo caso, il design rimane identico a quello del predecessore. Molto probabilmente Apple attuerà solo qualche modifica interna (chip in prima linea) al fine di mantenere un prezzo di listino relativamente basso. Come già detto, sia questo che gli iPad Pro potrebbero debuttare sul mercato molto presto. Restate in attesa per tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Ph. credit: Sonny Dickson via Twitter