covid-19-johnson-vaccino-sospesione

Il vaccino Covid-19 sviluppato da Johnson & Johnson, prodotto tramite Janssen, è stato sospeso negli Stati Uniti. La sospensione è arrivata a livello federale dopo che negli scorsi giorni c’è stata quella statale per stati dei cinquanta. La Food and Drug Administration ha preso questa misura contemporanea a causa dei presunti effetti collaterali.

Le parole della FDA in merito a questo vaccino Covid-19: “In questo momento, questi eventi avversi sembrano essere estremamente rari. La sicurezza del vaccino COVID-19 è una priorità assoluta per il governo federale e prendiamo molto sul serio tutte le segnalazioni di problemi di salute a seguito della vaccinazione COVID-19”.

 

Covid-19: gli effetti collaterali del vaccino di Johnson & Johnson

Attualmente l’effetto collaterale più grave è identico a quello di AstraZeneca, casi di coagulazione del sangue con rischio di trombosi. Finora ci sono stati 6 casi su 7 milioni di dosi inoculate negli Stati Uniti di questo vaccino Covid-19. Tutti i casi sono stati registrate in donne e in una fascia di età tra i 18 e i 48 anni. Gli effetti sono comparsi sostanzialmente a due settimane dalla somministrazione.

Come nel caso di AstraZeneca in Europa con l’EMA, la FDA vuole riguardare tutti i dati in merito a questo vaccino per capire esattamente cosa sta succedendo. Si tratta di una precauzione definitiva eccessiva della stessa agenzia, ma necessaria per evitare di fare danni. Sicuramente quello che uscirà dalla nuova analisi verrà anche presa in considerazione in Europa visto l’arrivo proprio oggi delle prime dosi ufficiali del vaccino Johnson & Johnson. Al momento non si sa niente.