Reolink E1 Zoom

Reolink E1 Zoom è una economica IP camera da interno, in grado di proporre all’utente alcune peculiarità che la rendono unica nel proprio genere, come la registrazione in 2K o anche lo zoom ottico 3X, utile per ottenere immagini dettagliate da vicino.

Esteticamente il prodotto non si discosta assolutamente da quanto siamo solitamente abituati a vedere, è realizzato interamente in plastica bianca opaca di relativa bassa qualità, il cui pregio è di non sporcarsi facilmente o di trattenere le impronte. E’ una camera motorizzata, con base fissa e parte superiore rotante (oltre ad agganci per il posizionamento a muro), ed una piccola porzione nera lucida in prossimità dell’obiettivo.

Le dimensioni sono relativamente ridotte, parliamo a tutti gli effetti di 111 x 79 x 73 millimetri, con peso di 250 grammi; la motorizzazione è abbastanza silenziosa, sulla superficie non abbiamo pulsanti fisici, se non l’unico connettore per la presa a muro (dato che non integra batteria), presente posteriormente. Nascosti esattamente sotto il sensore, troviamo il tasto reset e lo slot per la microSD esterna, questo perché Reolink E1 Zoom non ha una memoria interna, e sopratutto non permette di fruire del cloud (almeno in Italia). L’unico modo per salvare video, o spezzoni degli stessi quando rilevato il movimento, consiste nell’integrazione di una microSD (di massimo 64GB).

E’ assente una presa ethernet, la via da scegliere per la fruizione della camera, consiste in una connessione WiFi, impreziosita dall’essere dual band, con compatibilità 2.4 e 5GHz.

 

Hardware e funzionamento

Nella parte anteriore è stato posizionato un sensore CMOS da 5 megapixel, con risoluzione massima 2560 x 1920 pixel20fps, apertura F1.6 e lunghezza focale f2.8-8 millimetri, contornato da 10 led a infrarossi per la visione notturna.

Il passaggio da modalità a colori a notturna è abbastanza rapido, avviene in circa 10 secondi, mentre la visione in bianco/nero è in linea con gli altri prodotti dello stesso tipo; riesce a riconoscere il movimento fino ad una distanza di 12 metri, garantendo un discreto livello di dettaglio e di nitidezza generale.

La possibilità di registrare in 2K porta chiaramente ad un miglioramento rispetto alle camere tradizionali da 20/30 euro, ma poi non così tanto quanto avremmo sperato. La gamma dinamica resta abbastanza limitata, le uniche differenze le notiamo in termini di dettaglio e di nitidezza generale.

Il pregio della Reolink E1 Zoom è chiaramente lo zoom ottico 3X, di base quindi avremo la possibilità di effettuare uno zoom dell’inquadratura, senza notare un’eccessiva perdita in dettaglio, come notiamo su praticamente tutti gli altri prodotti che non presentano tale peculiarità, un qualcosa di unico in grado di contraddistinguerla dalla massa.

Come dicevamo prima, il prodotto è una IP camera motorizzata, la quale permette un pan di 355° ed un tilt di 50°, quest’ultimo è abbastanza limitato, se il soggetto si trova molto vicino alla camera, faticherete a vederlo se è più in basso rispetto alla stessa. Abbiamo notato poi una certa difficoltà nel controllo generale della rotazione, dall’applicazione era difficile da controllare, poiché vi era un importante ritardo dal momento in cui toccavamo sull’app, all’effettivo movimento della camera (sebbene la connessione fosse a 180Mb/s in download).

E’ presente anche il classico audio bidirezionale, il livello degli altoparlanti/microfoni è in linea con prodotti di questo tipo di fascia medio/bassa. Non mancano, infine, la compatibilità con Google Assistant e Amazon Alexa, come l’allarme integrato, una sirena che emetterà un suono nel momento in cui rileverà un movimento nell’area in cui è posizionata.

 

 

Applicazione e funzioni

L’applicazione ufficiale della Reolink E1 Zoom è ben fatta, semplice da utilizzare e molto intuitiva. Le sezioni sono organizzate alla perfezione, sebbene qualche traduzione lasci il tempo che trova, poiché la possiamo considerare quasi un miscuglio di lingua inglese ed italiano, in alcuni casi difficilmente comprensibile (ma verrà migliorata in futuro).

Oltre alle funzioni classiche delle solite IP camere, segnaliamo ad ogni modo la presenza delle aree privacy, essendo assente la possibilità di programmare lo spegnimento/accensione della camera, sarà possibile oscurare una determinata e predefinita area dell’inquadratura. Abbiamo apprezzato la ricezione delle notifiche, avviene in circa 10 secondi dal movimento, sebbene comunque venga inviata solamente una notifica testuale, ed è anche possibile programmare l’orario di ricezione giornalmente e settimanalmente.

Tra le ultime cose da segnalare, possiamo ricordare essere presente la possibilità di accendere/spegnere i led di funzionamento, o di scegliere il tempo di registrazione massimo. Se avrete inserito la microSD, potrete impostare per quanto tempo la camera dovrà al massimo registrare quando scopre il movimento (non abbiamo mai notato falsi positivi, chiaramente potrete anche settare la sensibilità o programmare quando attivare il sensore di movimento).

 

 

Reolink E1 Zoom: conclusioni

In conclusione Reolink E1 Zoom è un’ottima IP camera da interno, dalla qualità di registrazione superiore alla media, grazie al 2K, ed impreziosita dalla possibilità di effettuare zoom ottico 3X, senza alcuna perdita di dettaglio. Gli handicap più grandi riguardano l’impossibilità di spegnerla, o di programmare la modalità privacy, come anche l’assenza del servizio cloud. La ricezione della notifiche, e l’applicazione, chiudendo un occhio qua e là, si sono rivelate più che sufficienti.

Di seguito abbiamo integrato la nostra videorecensione, con i punteggi conclusivi.

Reolink E1 zoom

78 euro
7.4

Estetica e design

7.0/10

Foto e video

8.5/10

Funzioni

7.0/10

Applicazione ufficiale

7.0/10

Prezzo

7.5/10

Pros

  • Zoom ottico 3X
  • WiFi dual band
  • Qualità video di livello superiore

Cons

  • Cloud non disponibile in Italia
  • Lenta nella rotazione e nel recepire i comandi
  • Impossibile programmare accensione/spegnimento