tirannosauro, godzilla, t.rex
Foto di Willgard Krause da Pixabay

Un nuovo studio ha svelato la sconcertante dimensione della popolazione di T-Rex che abitavano il Nord America occidentale quando l’era dei dinosauri si avvicinava al suo tramonto. Si stima che in quei luoghi vi fossero vissuti, succedendosi nelle generazioni nel corso dei millenni, circa 2,5 miliardi di questi giganteschi dinosauri.

 

Come è stato calcolato il totale dei T-rex vissuti sulla Terra

Per calcolare il totale dei tirannosauri vissuti durante l’epoca dei dinosauri, i ricercatori hanno tenuto in considerazione fattori come la distribuzione geografica, la massa corporea dei T-rex, il modello di crescita della specie, l’età del raggiungimento della maturità sessuale , l’aspettativa di vita, la durata di una generazione e il tempo totale in cui i tirannosauri sono vissuti sulla Terra, dalla loro comparsa alla loro estinzione.

In base a questi fattori e applicando la legge di Damuth, che collega la popolazione alla massa corporea, hanno stimato che dalla sua comparsa sino all’estinzione avvenuta 66 milioni di anni fa, siano esistiti circa 2,5 miliardi, con una media di circa 20.000 adulti vivi in ogni generazione.

Da quando per la prima volta furono scoperte tracce fossili di questo animale e la specie fu identificata, sono stati rinvenuti più di 40 esemplari fossili di T-rex. I fossili hanno permesso ai paleontologi di ricostruire le caratteristiche e la biologia di uno dei più famosi dinosauri nell’immaginario collettivo.

 

Uno dei predatori più famosi

Il paleontologo Charles Marshall, direttore del Museo di Paleontologia dell’Università della California e professore di biologia integrativa a Berkeley, che ha condotto questo studio pubblicato sulla rivista Science, ritiene che il successo di questo animale nella nostra epoca, sia dovuto alle sue caratteristiche più atroci e spaventose.

Marshall racconta infatti il tirannosauro come un assassino enormemente massiccio, con denti enormi, uno che non immagineresti mai da solo se non fosse per la documentazione fossile. Quindi non solo incredibilmente straordinario e oltre l’immaginazione, ma reale. Come una specie di Godzilla, ma esistito realmente. (…) Il T-rex ci fa sentire piccoli e vulnerabili”.

In effetti il tirannosauro era uno tra i più grandi dinosauri carnivori che popolavano la Terra. Soltanto la sua testa misurava circa 1,5 metri di lunghezza ed aveva mascelle massicce e potenti, molto muscolose ed in grado di spezzare ossa con i suoi enormi denti seghettati. Il tutto corredato da un acuto senso dell’olfatto e gambe forti.

 

Le incredibili popolazioni di T-rex

Grazie a questo nuovo studio il peso medio di un T-rex adulto, è stato stimato attorno alle 5,2 tonnellate e la durata della vita media attorno ai 28 anni con delle generazioni della durata di 19 anni. L’esemplare fossile più famoso è Sue e si trova al Field Museum di Chicago. Questo esemplare misura 12,3 metri di lunghezza, pesa circa 9 tonnellate e alla sua morte aveva circa 33 anni.

Secondo la ricerca in totale si sono succedute circa 125.000 generazioni di tirannosauri, in una area geografica complessiva di circa 2,3 milioni di chilometri quadrati, con una densità di popolazione media di circa un T-rex ogni circa 100 chilometri quadrati.

Questo studio, nonostante ci siano incertezze nelle stime ed in alcune delle ipotesi alla base, rappresenta comunque un grande sforzo per cercare di comprendere al meglio questa affascinante specie di temibili predatori preistorici. Inoltre questa stessa formula potrebbe essere applicata ad altre specie estinte.

Foto di Willgard Krause da Pixabay