arco di Darwin, Darwin's arch, crollo, erosione
Darwin's Arch, Galapagos. L'arco è crollato a causa dell'erosione naturale il 17 maggio 2021, lasciando solo due pilastri di pietra. Ph. Credit: Martinglass83 - Own work. Via Wikipedia

L’Arco di Darwin, (Darwin’s Arch in inglese, e Arco de Darwin in spagnolo) è, o meglio era, un arco di roccia naturale nel sud-est dell’isola di Darwin nelle Galápagos, il famoso arcipelago vulcanico nell’Oceano Pacifico a 965 km a ovest delle coste dell’Ecuador. L’arco si trovava su un altopiano sommerso, roccioso, di forma irregolare, soprannominato “il teatro”. Ma ora al suo posto rimangono solo un cumulo di macerie e due pilastri, dopo il crollo del famoso arco naturale.

 

Il crollo dell’Arco di Darwin lo scorso 17 maggio

L’arco di Darwin, insieme alla vicina isola di Darwin, prende il nome dal naturalista inglese Charles Darwin, i cui studi nell’area circostante lo aiutarono a formare la sua teoria dell’evoluzione mediante la selezione naturale. E proprio in suo onore, dopo il crollo dell’arco avvenuto lo scorso 17 maggio 2021 a causa dell’erosione naturale, alcuni locali e professionisti del settore hanno soprannominato le torri di pietra rimanenti “i pilastri dell’evoluzione” (in spagnolo Los Pilares de la Evolución).

Questa particolare formazione rocciosa è da sempre molto popolare tra i subacquei, i fotografi e i turisti delle navi da crociera. Un tempo parte dell’isola di Darwin, l’arco è famoso per la varietà di vita sottomarina che brulica nelle vicinanze, con le sue affascinanti specie animali e vegetali.

Anche se i turisti non sono autorizzati a mettere piede sull’arco o sull’isola, in molti si sono comunque avvicinati il più possibile per ammirare questa straordinaria formazione rocciosa. Ed in molti si sono immersi nelle acque sotto di esso per ammirare l’incredibile varietà della vita sottomarina.

Secondo quanto riportato dai funzionari ambientali ecuadoriani è crollata a causa dell’erosione. Il Ministero dell’Ambiente e dell’Acqua dell’Ecuador ha pubblicato sulla sua pagina Facebook alcune fotografie scattate subito dopo il crollo. Nelle immagini sono ben visibili le macerie dell’arco nell’oceano, e le due colonne ancora in piedi.

Ph. Credit: Martinglass83 – Own work. Via Wikipedia