samantha cristoforetti, astrosamantha, iss, stazione spaziale internazionale
Ph. Credit: ESA

Samantha Cristoforetti, l’astronauta, aviatrice e ingegnere italiana, classe 1977, continua a battere record. Dopo essere stata la prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), e aver detenuto il record europeo e il record femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo, sarà presto la prima donna europea al comando della Stazione Spaziale Internazionale.

 

Samantha Cristoforetti sarà la prima donna europea al comando della ISS

È la terza donna al mondo comandante della ISS dopo le sue due colleghe americane Peggy Whitson nel 2007, al comando della Expedition 1,6 e Sunita Williams nel 2012. al comando della Expedition 33. Ora, nel corso della Expedition 68 che avrà luogo nel 2022, sarà la volta si AstroSamantha, lo ha annunciato la stessa ESA in una sua nota. Samantha sarà dunque la quinta tra gli astronauti dell’ESA ad essere al comando della Stazione Spaziale Internazionale, e la quarta degli astronauti della classe 2009.

Samantha Cristoforetti ha accolto con grande gioia la sua nomina a comandante della ISS, dichiarandosi “onorata” di ricoprire questo ruolo. “Ritornare sulla Stazione Spaziale Internazionale per rappresentare l’Europa è un onore di per sé. Sono onorata della mia nomina alla posizione di comandante e non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare una squadra molto competente in orbita”, queste le parole di Astrosamantha.

Anche la Presidenza del Consiglio ha espresso la sua soddisfazione per la nomina dell’astronauta italiana a comandante. In un messaggio apparso sulla pagina Facebook di Palazzo Chigi si legge infatti: “La prima donna europea al comando della Stazione spaziale internazionale è la nostra Samantha Cristoforetti. Sventola sempre più in alto la bandiera dell’Italia #competenza #tenacia”.

 

Come avviene la scelta dei ruoli degli astronauti

La decisione in merito alla scelta degli equipaggi delle missioni a bordo della ISS e al ruolo assegnato a ciascun astronauta, sono prese di comune accordo dal Multilateral Crew Operations Panel (MCOP). Si tratta di un organismo che comprende i rappresentanti di tutti e cinque i partner spaziali internazionali: l’agenzia spaziale statunitense NASA, l’agenzia spaziale russa Roscosmos, l’agenzia giapponese di esplorazione aerospaziale JAXA, l’Agenzia spaziale europea ESA e l’agenzia spaziale canadese CSA.

L’attuale rappresentante della MCOP, in qualità di responsabile del Centro astronauti europeo dell’ESA, è l’astronauta ESA Frank De Winne. il primo comandante europeo della Stazione Spaziale Internazionale. De Winnie afferma che la nomina di Samantha Cristoforetti dimostra il valore riconosciuto dai partner internazionali agli astronauti ESA.

De Winnie ha spiegato che “anche se il controllo generale della Stazione è affidato ai direttori di volo a terra, il comandante della Stazione Spaziale lavora per promuovere lo spirito di squadra tra gli astronauti e tra l’equipaggio di bordo e i team sulla terra, per fare in modo che tutti possano dare il meglio di sé. Samantha ha dimostrato di essere una leader altamente competente e fidata durante la missione Neemo23 della NASA, oltre che in molte altre attività. La sua esperienza e il suo modo di lavorare la rendono una risorsa preziosa per l’ESA e i nostri partner e sono certo che ci rappresenterà bene durante la sua missione nello spazio”.

 

Samantha Cristoforetti: un modello a cui ispirarsi

Continuano dunque le soddisfazioni per Samantha Cristoforetti, una donna dalla brillante carriera, preparata, professionale e il cui duro lavoro da i suoi frutti. Al punto che le è stato persino dedicato un asteroide, che in suo onore prende il nome di 15006 Samcristoforetti. Nel 2016 le è stato dedicato anche un nuovo ibrido di orchidea spontanea scoperto in Salento e denominato Ophrys montalciniae nothosubsp. cristoforettiae, pubblicato sulla rivista nazionale G.I.R.O.S. (Gruppo Italiano per la Ricerca di Orchidee Spontanee).

Anche la Mattel nel suo intento di dare, con i suoi giocattoli, un modello femminile positivo a cui ispirarsi alle bambine, ha dedicato una Barbie a Samantha Cristoforetti, una persona da cui vale assolutamente la pena prendere ispirazione.

Ph. Credit: ESA