covid-19-nuovo-ceppo-variante-vietnam
Ph. credit: Scienza in Rete

In Vietnam è stata identificata una nuova variante del coronavirus che sta preoccupando un po’ per le sue caratteristiche. Per cominciare, sembra essere un ibrido di due ceppi nello specifico, quello inglese e quello indiano. Entrambi hanno come caratteristiche l’essere più contagiose mentre i casi di Covid-19 sono sostanzialmente della stessa gravità.

Proprio le analisi della variante da parte delle autorità sanitarie hanno rivelato che quasi sicuramente si diffonde più facilmente rispetto alle altre. Proprio tale variante sembra la causa dietro un aumento dei casi di Covid-19 significativo che sta avvenendo in Vietnam in questo periodo. Si parla di un aumento del 45% su base settimanale anche se a livello assoluto sono comunque bassi. Un’altra caratteristica del virus è che sembra diffondersi più facilmente attraverso l’aria.

 

Covid-19: le varianti e i vaccini

Ogni variante è potenzialmente un pericolo in quanto non si sa quanto i vaccini siano efficaci. I trattamenti attualmente utilizzati in tutto il mondo sono stati sostanzialmente sperimentati con altri ceppi rispetto a quelli adesso più diffusi. Per fortuna l’efficacia sta risultando comunque alta ad eccezione nei confronti del ceppo indiano.

Per adesso i governi hanno spinto molte sulla somministrazione delle prime dosi rimandando il più possibile alle secondi. Mentre contro la maggior parte delle varianti una dose dei vaccini offre una buona soglia di protezione, contro la variante indiana non è così e servono due dosi. Con questo nuovo ceppo vietnamita non si può ancora prevedere nulla, ma è sicuramente un campanello d’allarme. Finché non si sconfigge il virus a livello mondiale, il rischio rimane alto per tutti.

Ph. credit: Scienza in Rete