yemen
Photograph: Planet Labs Inc./AP via The Guardian

Una misteriosa base aerea è in costruzione su un’isola vulcanica al largo dello Yemen. L’isola si trova in una delle principali strozzature marittime del mondo. Funzionari governativi dello Yemen riconosciuti a livello internazionale sospettano che gli Emirati Arabi Uniti siano dietro la costruzione, sebbene il Paese abbia annunciato nel 2019 che stava ritirando le sue truppe da una campagna militare guidata dai sauditi contro i ribelli Houthi dello Yemen.

Questo sembra essere un obiettivo strategico a lungo termine per stabilire una presenza relativamente permanente“, ha affermato Jeremy Binnie, redattore per il Medio Oriente presso la società di intelligence open source Janes.

La pista dell’isola di Mayun consente di proiettare le forza nelle stretto e lanciare attacchi aerei contro lo Yemen. Fornisce inoltre una base per qualsiasi operazione nel Mar Rosso, nel Golfo di Aden e nella vicina Africa orientale.

Le immagini satellitari di Planet Labs hanno mostrato veicoli che costruivano una pista di 1,85 km sull’isola l’11 aprile. Il 18 maggio i lavori sembravano terminati. Secondo The Guardian, una pista così lunga può ospitare aerei da attacco, sorveglianza e trasporto.

Le autorità, che hanno preferito rimanere anonime, hanno affermato che navi in ​​arrivo dagli Emirati stavano trasportando armi, equipaggiamento e truppe militari nell’isola di Mayun nelle ultime settimane. Hanno anche rivelato che la recente tensione tra gli Emirati Arabi Uniti e il presidente yemenita Abd Rabbu Mansour Hadi è sorta in un momento in cui gli Emirati hanno fatto pressioni sul governo per firmare un contratto di locazione di 20 anni per Mayun. Tuttavia, le autorità degli Emirati non hanno riconosciuto alcun disaccordo.

Interrogati sulla costruzione della base aerea sull’isola vulcanica, i funzionari degli Emirati ad Abu Dhabi e l’ambasciata del Paese a Washington non hanno risposto alle richieste di commento.

Mayun, conosciuta anche come Isola di Perim, si trova a tre chilometri dalla punta sud-occidentale dello Yemen. Le potenze mondiali hanno riconosciuto la posizione strategica dell’isola per centinaia di anni, in particolare con l’apertura del Canale di Suez che collega il Mediterraneo al Mar Rosso.