perseverance, lego, scala 1:2
Ph. Credit: Riccardo Zangelmi / Brick Vision

Il Dipartimento di Stato statunitense ha incaricato il geniale Riccardo Zangelmi, fondatore dell’impresa specializzata in fantastiche costruzioni con i mattoncini LEGO, la BrickVision, di realizzare una riproduzione in scala 1:2 del rover della Nasa Perseverance.

 

Perseverance in LEGO per la mostra ‘Of Voice & Stone’

Riccardo Zangelmi unico ‘Lego Certified Professional Italiano’, tra i soli 19 eletti in tutto il mondo, ha portato a compimento questo straordinario progetto che sarà esposta nella mostra ‘Of Voice & Stone’. La mostra partirà a giugno a Rabat in Marocco per arrivare infine a Washington.

Obiettivo della mostra, che si svolgerà tra Marocco e USA, è quello di rendere omaggio a Kamal Oudrhiri, team leader e capo-progetto della NASA per il rover Perseverance, di origini marocchine. Quest’anno ricorre infatti il bicentenario dell’apertura della prima missione diplomatica americana in Marocco

 

4 persone, 400 ore di lavoro e più di 4 milioni di mattoncini

L’incredibile opera, realizzata a mano libera per il 90 per cento, ha richiesto ben 400 ore di lavoro. La sua costruzione ha richiesto un team di 4 persone che hanno assemblato tutti i 4.110.000 mattoncini che hanno dato vita alla riproduzione di Perseverance in scala 1:2, con un peso finale dell’opera di quasi 200 kg.

 

La Perseverance di Zangelmi è un progetto davvero straordinario

Zangelmi ha affermato che durante la progettazione è stato fondamentale anche il confronto con lo scienziato della NASA responsabile della missione. Sembra che la parte più difficile da realizzare sia stata quella posteriore.

Ma alla fine Riccardo Zangelmi si è ritenuto decisamente soddisfatto del risultato finale, ritenendo che il suo Perseverance in LEGO, sia molto simile al modello 3D pubblicato sul sito della NASA. Le immagini 3D sono state infatti fondamentali per poter realizzare un rover praticamente identico all’originale, solo un po’ più piccolo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Riccardo Zangelmi (@riccardozangelmi_art_)

Ph. Credit: Riccardo Zangelmi / BrickVision