Vitamina D effetti collaterali
Foto di Monsterkoi da Pixabay

Nell’ultimo anno la vitamina D è diventata un argomento centrale e scottante, con numerosi studi che suggeriscono che esiste un legame tra la carenza di vitamina D e l’aumento del rischio di contrarre il Covid-19. Prove crescenti suggeriscono che la carenza potrebbe essere collegata a diverse malattie croniche, comprese le malattie cardiovascolari e il cancro.

Lo scopo di un recente studio era esaminare la prevalenza della carenza di vitamina D e i suoi correlati per verificare l’ipotesi che la carenza di vitamina D fosse comune nella popolazione degli Stati Uniti, specialmente in alcuni gruppi minoritari. Il tasso di prevalenza complessivo della carenza di vitamina D era del 41,6%, con il tasso più alto osservato nelle persone di colore, seguiti dagli ispanici. scopriamo insieme quali effetti collaterali dobbiamo affrontare se non assumiamo abbastanza vitamina D.

 

  1. Più sensibile alle infezioni

Una carenza di vitamina D può influenzare il funzionamento del nostro sistema immunitario. Ciò si verifica perché la vitamina D è fondamentale per formare un equilibrio delle cellule T aumentando le cellule T-regolatrici, che mantengono sano il sistema immunitario. Aumenta anche una proteina che aiuta a combattere le infezioni note come catelicidina.

 

2. Aumenta il rischio di cancro

Sia che abbiamo una storia di cancro familiare o che abbiamo alcuni fattori di rischio di cancro, non assumere integratori di questa vitamina è una cosa sbagliata da non fare assolutamente. Si pensa che ciò sia dovuto alla ridotta risposta immunitaria che si verifica con la carenza. Infatti, una ricerca del 2019 ha rilevato che livelli più elevati di vitamina D erano collegati a un rischio di cancro del colon-retto significativamente più basso. Inoltre è stato rilevato un legame tra carenza e possibile cancro al seno, crescita e metastasi.

 

3. Provare più dolore e stanchezza

Se ci sentiamo meno energici e non riusciamo a svolgere alcuni compiti quotidiani, potrebbe dipendere dalla nostra carenza di vitamina D. Questo perché questa vitamina è coinvolta nella salute delle ossa e nella forza muscolare. Avere abbastanza vitamina D può anche ridurre l’infiammazione in questi tessuti, che può calmare il dolore, mentre a volte riduce contemporaneamente l’affaticamento. La vitamina D è il regolatore centrale per molti ormoni, quindi non c’è da meravigliarsi se le persone carenti finiscono per sentirsi stanche e dolorose.

 

4. Problemi al cuore

Le malattie cardiache sono il killer numero uno in tutto il mondo e i livelli di vitamina D possono influire sul rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. Il muscolo cardiaco richiede vitamina D per aiutare a migliorare l’assorbimento di elettroliti nel muscolo cardiaco. Infatti, bassi livelli di vitamina D sono associati a tassi più elevati di ipertensione, morte per malattie cardiovascolari e morte per tutte le cause.

Foto di Monsterkoi da Pixabay