Covid-19 Moderna iniezione influenza
Foto di Myriams-Fotos da Pixabay

L’azienda farmaceutica Moderna, diventata famosa per il vaccino anti-Covid a mRNA, ha deciso di sviluppare una terza dose singola di quest’ultimo, comprendendo anche quella antinfluenzale. Da questo ci si aspetta che per la popolazione le cose diventino più facili e semplici.

Proprio questo annuncio ha portato le azioni dell’azienda a risalire dell’8% ad oggi. Il nuovo vaccino combina l’attuale vaccino anti-Covid con un vaccino antinfluenzale, ancora in fase di sviluppo, arruolando pazienti nei programmi di malattie rare. Inoltre l’azienda è alla ricerca di vaccini antitumorali personalizzati.

 

Moderna sviluppa una sola iniezione per influenza e Covid-19

L’amministratore delegato dell’azienda ha affermato che questa può considerarsi una nuova era di farmaci basati sull’informazione. Moderna è una delle aziende leader in questo momento di crisi contro il Covid-19. Ha recentemente lanciato il vaccino a mRNA a due dosi dopo essere stata approvata dalla Food and Drug Administration, lo scorso anno. Finora solo negli Stati Uniti ne sono state somministrate quasi 150 milioni di dosi.

Come già abbiamo già detto, questo nuovo lancio ha permesso che le azioni dell’azienda siano schizzate alle stelle, rendendolo uno dei titoli più performanti sul mercato. Attualmente è scambiato a 456 dollari per azione dopo il suo ultimo rally. Ha iniziato a essere scambiato nel 2021 a 111 dollari per moneta, ma ora è aumentato di oltre il 300% da allora.

Moderna ha analizzato la necessità di una terza dose del vaccino ridotta del 50% e i dati suggeriscono un deciso aumento della risposta anticorporale efficace contro la variante Delta. Moderna arriva poco dopo Pfizer-Biontech, che ha già presentato domanda di autorizzazione alla somministrazione della terza dose del proprio prodotto.

Foto di Myriams-Fotos da Pixabay