facebook, accesso, credenziali, app, giochi
Foto di Simon da Pixabay

Il prolungato down di Facebook di due giorni fa ha creato non pochi disagi, non solo agli utenti della piattaforma, ma anche a molti utenti di Oculus VR e di altri giochi come FIFA Mobile, o Pokémon Go, o qualsiasi altra app collegata a un account Facebook.

 

Problemi di accesso per i gamer i cui giochi sono collegati a Facebook

Mentre Facebook, Instagram e WhatsApp hanno spesso di funzionare per diverse ore, creando notevoli disagi agli utenti, per molte persone è stato anche impossibile accedere alla piattaforma di Oculus e di diversi altri giochi e app il cui accesso è collegato all’account Facebook. Con il social network inattivo dunque molti utenti non hanno potuto giocare o accedere a diverse app.

Oculus, ad esempio è strettamente legato all’account del social network. Senza di esso non è possibile accedere allo store online per acquistare nuovi giochi. Anche se sembra che sia stato possibile accedere ai giochi già acquistati, che non dipendono dai server di Facebook.

Oculus lo ha confermato in un tweet in cui affermava che alcune persone stavano avendo dei problemi ad accedere ad app e giochi. Il tweet ha chiarito che l’azienda stava “lavorando per riportare le cose alla normalità il più rapidamente possibile”.

Questo pesante e prolungato down della piattaforma social ha avuto dunque effetti a catena sui giochi in cui i giocatori accedono utilizzando il proprio account Facebook, rendendo evidente che si tratta davvero di un numero molto alto di utenti.

Comunicazioni via Twitter sono arrivate anche da FIFA Mobile che ha avvisato gli utenti affermando “speriamo che risolvano il problema a breve”. Anche Niantic ha riconosciuto i problemi di accesso a Pokémon Go tramite le credenziali di Facebook.

 

Le probabili cause del problema

Secondo quanto affermato da Santosh Janardhan, VP Infrastructure di Facebook, in un post nel sito ufficiale il problema non è stato frutto di attacchi hacker, né i dati degli utenti sono stati messi in pericolo. Si è trattato di una modifica della configurazione dei router che coordinano il traffico di rete tra i data center di Facebook.

Questa imprevisto ha generato un effetto a cascata sulle connessioni tra i vari data center, determinando l’interruzione dei servizi. Sembra dunque che la causa sia una modifica nel backbone finite male, con pesanti effetti che non erano previsti. L’azienda ha comunque dichiarato che saranno effettuati ulteriori approfondimenti.

Foto di Simon da Pixabay