eclissi miniluna, eclissi lunare
Foto di adege da Pixabay

Il cielo di novembre regalerà agli astronomi e agli astrofili un evento davvero particolare. Il 19 novembre infatti avrà luogo l’eclissi di luna più lunga degli ultimi 100 anni e si tratterà di un’eclissi di miniluna. Il nostro pianeta dunque passerà tra il Sole e la Luna, proiettando su di essa un’ombra che sarà visibile in diverse zone del mondo, tra cui fortunatamente anche l’Italia.

Anche se l’evento astronomico avrà una durata incredibile, non sarà però completo. L’eclissi lunare non sarà infatti totale, ma solo il 97% della luna sarà oscurato dall’ombra della Terra. Per avere un’eclissi totale bisognerà aspettare ancora più di un anno, ovvero sino al 14 dicembre 2022.

 

Un’eclissi lunare di miniluna

Oltre ad essere un’eclissi lunare dalla durata record, quella del 19 novembre avrà anche un’altra peculiarità. Si tratterà infatti di un eclissi di miniluna. Il nostro satellite sarà infatti vicino all’apogeo, il punto più distante sulla sua orbita rispetto alla Terra, il che significa che apparirà più piccola del solito, da qui il nome di miniluna.

Oltre ad apparire incredibilmente piccola, la miniluna sarà anche piena, quello del 19 novembre sarà dunque un evento da non perdere. Anche se il fenomeno della miniluna è meno spettacolare della superluna, combinato con un’eclissi lunare, non sarà meno affascinante.

 

L’eclissi più lunga degli ultimi 100 anni

Gli astronomi hanno stimato che la Luna il 19 novembre sarà piena alle 17:00 e raggiungerà la massima luminosità alle 3:58 del 20 novembre. L’eclissi lunare raggiungerà invece il suo picco alle 9 di mattina italiane. In quel momento il 97 per cento della superficie lunare sarà oscurato e dunque a noi sembrerà colorarsi di rosso. Secondo la NASA l’eclissi lunare avrà la durata record di ben tre ore e 28 minuti, la più lunga degli ultimi 100 anni.

Purtroppo non siamo nella latitudine migliore per goderci questo fenomeno. Dall’Europa non sarà osservabile per l’intera durata di tre ore e mezza di durata. Le prime fasi dell’evento saranno visibili dal Regno Unito e parti del Nord Europa prima del tramonto della Luna.

In particolare, in Italia potranno vederlo solo le regioni più a nord, quindi Val D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Sarà possibili osservarla anche in parte del Centro, mentre al Sud non sarà visibile.

Sarà perfettamente osservabile, dato che il nostro satellite sarà sopra l’orizzonte, in gran parte dell’Asia, Australia, Africa nord-occidentale, Nord America, Sud America, Pacifico, Atlantico, Oceano Indiano e Artico. In comunque dei casi, per chi non si trovasse nella zona giusta per osservarla, o se il cielo dovesse essere nuvoloso, si potrà godere dello spettacolo della lunghissima eclissi di miniluna seguendo lo streaming sul sito di Timeanddate.

Foto di adege da Pixabay