cancro ovarico caffè uova
Foto di Peggychoucair da Pixabay

Dopo il cancro del collo dell’utero e dell’utero stesso, al terzo posto tra i tumori ginecologici c’è quello ovarico. Molto spesso non viene diagnosticato in tempo, ma solo dopo che si è espanso in tutto l’addome. Identificare i fattori di rischio più efficaci può aiutare ad adottare misure preventive adeguate. Fare una colazione a base di uova e caffè è si un gran piacere, ma può aumentare il rischio di cancro ovarico.

Alcune malattie, come il diabete, l’endometriosi e la sindrome dell’ovaio policistico, così come diversi polimorfismi genetici, causano un aumento significativo dell’incidenza del cancro ovarico. Inoltre, altri fattori come obesità, sovrappeso, fumo e uso di talco perineale, aumentano significativamente il rischio di cancro ovarico.

 

Uova e caffè possono aumentare il rischio di cancro ovarico

Il primo fattore che hanno menzionato i ricercatori sono due mutazioni genetiche specifiche del DNA di alcune donne. I ricercatori hanno notato che la terapia ormonale con estrogeni e progesterone e l’isterectomia in una donna sono stati segnalati in alcuni studi come correlati al rischio di cancro ovarico.

Inoltre innumerevoli malattie, come il diabete, endometriosi e l’ovaio policistico possono portare ad un rischio maggiore di sviluppare questo tipo di cancro. Anche alcune abitudini alimentari di determinate donne possono aumentare ulteriormente il rischio. Tra i fattori dietetici, gli esperti hanno evidenziato caffè, uova, alcol e assunzione di grassi che possono aumentare il rischio di cancro ovarico.

L’attuale studio esplora tutte le precedenti meta-analisi e revisioni sistematiche per fornire un prezioso riassunto dei fattori protettivi e di rischio del cancro ovarico, tra i quali i fattori nutrizionali e genetici giocano un ruolo più profondo. Sebbene i fattori genetici non possano essere modificati a causa della loro eredità, quelli nutrizionali potrebbero essere ben regolati per prevenire questa tipologia di cancro.

Foto di Peggychoucair da Pixabay