L’industria degli appuntamenti online è una delle poche aree che ha tratto beneficio dalla pandemia Covid-19 e dalla rigorosa quarantena. Ad esempio, secondo Tinder, gli utenti di Paesi con restrizioni particolarmente rigide hanno iniziato a utilizzare l’applicazione in modo molto più attivo e comunicano molto più a lungo di prima.

Ecco solo alcune statistiche interessanti:

  1. A marzo 2020, il numero di messaggi inviati da Tinder è aumentato del 10-15% rispetto a febbraio dello stesso anno.
  2. La durata delle conversazioni in chat, invece, è aumentata del 10-30% nello stesso periodo.

Nella prima metà del 2021 si è registrato un leggero calo dell’attività. In gran parte a causa dell’allentamento delle restrizioni legate alla quarantena. Ad ogni modo, gli indicatori dell’utilizzo della app sono ancora più alti rispetto al periodo “pre-covid”.

La situazione è simile per altre famose piattaforme di incontri. Anche i proprietari di Bumble e Plenty of Fish hanno segnalato un’impennata dell’attività degli utenti nel 2020 e nella prima metà del 2021. Soprattutto in quei Paesi in cui il governo ha imposto un blocco totale o parziale.

Secondo varie fonti, oggi il volume del mercato mondiale degli appuntamenti online raggiunge i 6-10 miliardi di dollari e la capitalizzazione di mercato continua a crescere. Gli utenti sono disposti a pagare per i servizi che facilitano l’incontro dell’anima gemella e l’inizio di una relazione seria.

Nuove funzioni delle app di incontri: di facile utilizzo per l’utente

Sull’onda della popolarità degli appuntamenti online durante la pandemia, gli autori di app di incontri hanno attivamente intrapreso la modernizzazione dei loro servizi, aggiungendo nuove opzioni e funzionalità per gli utenti. Ecco solo alcune di queste innovazioni:

  • All’inizio del 2020 Tinder ha offerto a tutti gli utenti la funzione “Posizione” gratuitamente per diversi mesi. L’impostazione predefinita, la ricerca degli utenti per geolocalizzazione, è invece a pagamento.
  • A maggio 2021 è apparsa la funzione “Are You Sure?” su Tinder. Essenzialmente, se l’utente tenta di inviare un messaggio offensivo all’interlocutore, l’applicazione gli porrà la domanda: “Sei sicuro?”. Questa nuova funzione è finalizzata a ridurre la quantità di negatività sul Web.
  • Bumble, Tinder, Hinge, Match, OkCupid, Plenty of Fish, Badoo e altri servizi di incontri forniscono privilegi agli utenti vaccinati. Tinder, ad esempio, apre l’accesso ad alcune funzionalità, Bumble e Badoo contrassegnano gli utenti vaccinati con un badge speciale, Hinge regala bonus aggiuntivi a chi installa un badge di stato vaccinale nel proprio profilo.

Un’altra notizia interessante è apparsa all’inizio di agosto 2021: l’applicazione Unjected è stata rimossa dall’AppStore. Unjected è nota per essere una piattaforma di incontri per le persone contrarie al vaccino. L’applicazione è durata solo pochi mesi, da maggio 2021.

Importante precisazione! Finora, i siti e le app di incontri non hanno modo di verificare se una persona è stata effettivamente vaccinata ed è improbabile che un algoritmo di verifica appaia nel prossimo futuro. Pertanto, possiamo solo fidarci. In ogni caso, se una persona mette lo stato “Vaccinato” nel proprio profilo, questo serve almeno a divulgare l’importanza della vaccinazione.

Funzione di chat video: un’utile innovazione dei siti di incontri

Torniamo alla storia di Tinder. Nel marzo 2020, Shar Dubey è diventato CEO di Match Group, che possiede Tinder, Match, OkCupid, Meetic e Hinge. Questo è successo solo 11 giorni prima che l’OMS annunciasse la pandemia di COVID-19. In quel momento, è sorta la domanda su come guadagnare con siti di incontri e applicazioni in tali condizioni. Dopotutto, le persone possono semplicemente smettere di usarli, non potendo poi incontrare le nuove conoscenze dal vivo.

Shar Dubey ha affermato che questo periodo difficile è il momento perfetto per ridefinire il funzionamento delle app di appuntamenti. Devono trasformarsi da siti di incontri a piattaforme di comunicazione. Dopotutto, è la comunicazione dal vivo ad essere mancata agli utenti durante una pandemia.

Quindi, a luglio 2020, gli utenti di alcuni Paesi potevano già testare la funzione di videochiamata in Tinder, che prima non era disponibile. I risultati hanno superato tutte le aspettative: gli utenti non erano solo interessati alla nuova funzionalità, ma pagavano anche più che volentieri.

Fatto interessante! Nel 2020 l’edizione online di The Conversation ha pubblicato un articolo con i risultati dei sondaggi degli utenti di Internet. Tra le altre statistiche, è stato detto che durante la pandemia, il 25% delle persone preferisce chattare in video piuttosto che incontrarsi di persona.

Successivamente, altre piattaforme hanno seguito l’esempio di Tinder. Al momento, oltre a Tinder, la funzione di video chat è offerta dalle seguenti applicazioni di incontri:

  • Match;
  • Bumble;
  • Clover Dating App;
  • Hinge;
  • eHarmony;
  • Plenty of Fish e altri.

Questa tendenza è decisamente positiva. Ma c’è un particolare: la maggior parte delle app di appuntamenti offre una funzione di chat video solamente a pagamento. Inoltre, per poter comunicare con qualcuno tramite collegamento video, la funzione deve essere connessa per entrambi gli utenti. Fortunatamente, ci sono alcune alternative gratuite o a basso costo.

Video chat online: un’ottima alternativa alle app di incontri

Il formato della chat video in sé non è un fenomeno nuovo. La prima chat casuale è stata Omegle e la prima vera e propria roulette di chat video è stata ChatRoulette. Entrambi i servizi sono apparsi nel 2009 con una differenza di pochi mesi. Sono diventati rapidamente molto famosi e hanno spinto altri sviluppatori a creare servizi simili.

Successivamente, è apparso un numero enorme di chat video con un proprio design, funzioni uniche, impostazioni per la ricerca di interlocutori e altri vantaggi. Tra le più conosciute oggi ci sono Bazoocam, Chatrandom, OmeTV, https://coomeet.com/it.

Il principio di funzionamento della chat video in diretta è estremamente semplice: vai al sito (o all’applicazione), connetti fotocamera e microfono, fai clic su “Avvia” e il sistema inizia immediatamente a cercare un interlocutore per te. Alcune chat video propongono interlocutori in modo completamente casuale, mentre altre consentono di impostare parametri di ricerca di base. Molte delle chat video sono completamente o parzialmente gratuite. Altre invece offrono tutte le funzionalità per un costo specifico. Le chat video gratuite sono perfette per chi vuole provare questo formato di comunicazione e comprenderne tutte le caratteristiche. Quelle a pagamento invece permettono di fare conoscenza in modo comodo e sicuro, di non incappare in troll di Internet e di potersi fidare completamente del sito. La scelta è tua.

Conclusione

Gli utenti di tutto il mondo hanno davvero apprezzato la possibilità di videochattare con altre persone nelle app di appuntamenti. C’è anche chi ha imparato a conoscere il formato della chat video nel 2020-2021, sebbene esista da più di dieci anni. Negli ultimi due anni, anche il pubblico delle chat video classiche è cresciuto rapidamente, in media del 20-30%.

Anche se le restrizioni per via della quarantena non sono più così rigide come nel bel mezzo della pandemia, le piattaforme di incontri e le chat video online rimangono molto utilizzate. È probabile che questa tendenza continui almeno per diversi anni. Pertanto, se per qualche motivo non hai ancora apprezzato tutti i vantaggi delle roulette chat, ora è il momento migliore per rimediare!