buco nero supermassiccio via lattea immagine
Ph. Credit: Serendipodous at en.wikipedia - Originally from en.wikipedia

Il 12 maggio potrebbe essere una data a memorabile per tutti gli appassionati di astronomia, un’altra di quelle date che segneranno la storia degli studi astronomici e dell’uomo. Per quella data infatti è in programma una conferenza stampa dell’European Southern Observatory (ESO) e dell’Event Horizon Telescope (EHT), che avrà luogo nel quartiere generale di Monaco di Baviera.

 

L’ESO e l’EHT ci mostreranno il buco nero della Via Lattea?

La conferenza stampa sarà in collegamento con molte altre città in tutto il mondo da Washington D.C. a Santiago del Cile, da Città del Messico a Tokyo e Taipei. Oggetto della conferenza sarà molto presumibilmente un buco nero, ma non uno qualsiasi. Il tema centrale dell’evento dovrebbe infatti essere proprio Sagittarius A*, il buco nero supermassiccio al centro della nostra Via Lattea, nella costellazione del Sagittario.

I portavoce del team di ESO e EHT affermano infatti che verranno annunciati dei “rivoluzionari risultati relativi alla Via Lattea provenienti dall’Event Horizon Telescope”. L’evento dovrebbe avere la stessa caratura di quello che ha già avuto luogo nel 2019, quando venne mostrata al Mondo intero, per la prima volta nella storia, l’immagine di un buco nero. In quell’occasione infatti abbiamo avuto l’opportunità di ammirare quella che ormai è un immagine iconica, l’ombra dell’orizzonte degli eventi del buco nero al centro della galassia M87, a 55 milioni di anni luce dalla Terra.

Se davvero dovessimo essere in grado di avere la prima foto del buco nero della nostra galassia, potrebbe trattarsi di un evento davvero straordinario. Sagittarius A* è infatti in una posizione scomoda per le osservazioni dalla Terra. A causa infatti della posizione del Sistema Solare all’interno di uno dei bracci della spirale della galassia, l’osservazione del nucleo galattico risulta essere decisamente più complicata rispetto a quella di oggetti molto più lontani. Questo a causa della grande quantità di materia interstellare e polvere spaziale che si trova tra noi e il centro della Via Lattea.

 

Ecco come e dove seguire l’evento in diretta

Ma per scoprire davvero di cosa si tratta e cosa la scienza ci mostrerà su questo enorme buco nero, non ci resta altro che attendere ancora qualche giorno. Il 12 maggio alle 15:00 inizierà infatti la diretta dell’evento che potremo goderci in streaming sul canale Youtube dell’ESO.

Ph. Credit: Serendipodous at en.wikipedia – Originally from en.wikipedia