Omega3 invecchiamento longevità
Foto di Leohoho da Pixabay

Ognuno di noi sogna una vita sana e lunga. Bene alcuni studi hanno scoperto che inserire gli Omega3 alla nostra dieta potremmo essere in grado di fare proprio questo, vivere più a lungo. Gli Omega3 sono acidi grassi essenziali per la nostra salute, che derivano sia da dalle piante che da fonti marine. L’associazione tra questi grassi e la salute del nostro cuore è risaputa da tempo, ma cosa succede se ne assumiamo di più? Ebbene la ricerca ha suggerito che questi preziosi nutrienti sono associati anche alla longevità.

Un recente studio ha rivelato che gli adulti con alti livelli di Omega3 marini avevano il tasso più lento d’accorciamento dei talomeri di ben cinque anni. Tuttavia cosa succede esattamente? I talomeri sono le punte cromosomiche che proteggono il nostro DNA da fattori di stress. La lunghezza di quest’ultimi è indicativa dell’invecchiamento. Quindi più lunghi sono i talomeri più vivremo a lungo.

 

Longevità, gli Omega3 potrebbero combattere l’invecchiamento e farci vivere più a lungo

Questo studio mette in evidenza l’importanza di aumentare il proprio indice di Omega3. È un utile esame del sangue che valuta il tuo stato di omega-3. Un indice omega-3 più alto è associato a una migliore salute del cuore e parametri cardiometabolici. Un ulteriore studio del 2021 ha messo alla prova lo stato tra Omega3 e longevità. L’obiettivo era analizzare le abitudini di vita e i livelli di omega-3 delle persone con problemi di salute del cuore in 11 anni per determinare l’impatto che hanno sull’aspettativa di vita.

Sebbene durante l’esame siano apparsi ulteriori fattori di rischio, i risultati hanno evidenziato l’esistenza di una correlazione tra Omega3 e il vivere più a lungo e in salute. Ovviamente la ricerca su questo argomento è ancora in fase di studio e i meccanismi in cui questi nutrienti influenzano la longevità non sono ancora chiari. Ci sono una serie di benefici omega-3 ben studiati che hanno dimostrato di supportarci ora e più tardi nella vita, tra cui la salute di cuore, cervello, occhi e articolazioni.

 

  1. Salute del cuore

Sostenere il nostro cuore attraverso la dieta, l’esercizio e le scelte di stile di vita diventa sempre più importante con l’età. Quando si tratta di salute cardiovascolare, livelli adeguati di omega-3 aiutano a supportare tutto, dalla funzione vascolare e una sana risposta infiammatoria all’abbassamento della frequenza cardiaca a riposo, della pressione sanguigna e dei livelli di trigliceridi. In effetti, gli omega-3 marini EPA e DHA sono stati collegati a migliori risultati per la salute del cuore, inclusa l’ipertensione e malattia coronarica.

 

2. Funzione cognitiva

Il mantenimento della memoria di lavoro e della funzione cognitiva complessiva è un aspetto cruciale della longevità e gli omega-3 hanno la loro giusta dose di responsabilità nel sostenere la salute del cervello. Quest’ultimo è l’organo più grasso del corpo e ha bisogno di acidi grassi per funzionare in modo ottimale, in particolare DHA, che è l’acido grasso più abbondante presente nel cervello e aiuta a mantenere il sistema nervoso in perfetta forma. Il consumo settimanale regolare di una porzione di pesce o più hanno dimostrato di aumentare la materia grigia negli anziani. I pesci più grassi, come salmone, acciughe, sgombri e sardine, sono ricchi di EPA e DHA, che è probabilmente un fattore chiave in questo beneficio della materia grigia.

 

3. Salute degli occhi

il DHA è anche l’acido grasso più abbondante che si trova negli occhi. Il DHA è fondamentale per il funzionamento ottimale e la rigenerazione della rodopsina, un pigmento visivo che svolge un ruolo cruciale nel convertire la luce in immagini visive. Questo omega-3 è importante sia per la crescita che per lo sviluppo degli occhi all’inizio della vita, e anche più avanti nella vita, quando il mantenimento della vista è un indicatore vitale di longevità.

Foto di Leohoho da Pixabay