alexa problemi e soluzioni
Foto di finnhart da Pixabay

L’assistente vocale di Amazon, Alexa, è il dispositivo in grado di controllare tutti gli altoparlanti Amazon Echo permettendo di eseguire molte azioni con comandi vocali. Ai dispositivi Echo controllati da Alexa è inoltre possibile associare molti dispositivi smart per rendere la nostra casa domotica.

In genere l’utilizzo di Alexa è semplice ed intuitivo e non presenta grossi problemi. Ma spesso possono capitare piccoli intoppi di diverso tipo Ecco dunque una piccola guida per risolvere rapidamente i problemi più comuni con questo assistente vocale.

 

Cosa fare quando Alexa non comprende più i nostri comandi?

I dispositivi Amazon Echo in genere hanno un’ottima capacità d’ascolto, ma anche ad un assistente vocale può capitare di sbagliare o di non capire bene cosa le stiamo chiedendo. In genere quando Alexa non capisce ciò che le stiamo chiedendo, ci darà risposte del tipo: “Mi spiace, non lo so”, “Non sono sicura”, “Purtroppo non so cosa rispondere” e “Si è verificato un problema”.

Spesso la soluzione alle incomprensioni tra noi ed Alexa è molto più semplice di quanto immaginiamo. La prima cosa da fare è accertarci che il microfono sia acceso, controllando l’anello o la barra luminosa del dispositivo: la luce rossa indica infatti che il microfono è spento. Per accenderlo basterà semplicemente premere il pulsante del microfono presente sul dispositivo.

Una volta che ci siamo accertati che il microfono è acceso, dobbiamo escludere tutte le altre cause che potrebbero portare il dispositivo a non sentire o non capire la nostre voce. Ad esempio potremmo essere troppo lontani dal dispositivo Echo, Alexa ha un ottimo udito, ma non esageriamo con le richieste da una stanza all’altra!

Anche se ci troviamo ad una corretta distanza dall’Echo, assicuriamoci di formulare le nostre richieste parlando chiaramente e non troppo veloce, insomma cerchiamo di non renderle le cose difficili!

Un altro motivo per cui Alexa potrebbe fraintendere o non sentire le nostre richieste, potrebbero essere i rumori. Ad esempio ho notato che con il mio dispositivo Echo posizionato sotto il televisore, se il volume della TV è alto, Alexa ha parecchie difficoltà a sentire la mia voce. Sarebbe dunque opportuno posizionare il dispositivo Echo lontano da eventuali apparecchi rumorosi che potrebbero coprire il suono della voce.

Una volta escluse tutte le cause che dipendono da noi, dal modo in cui parliamo o dai rumori attorno al dispositivo, allora è forse il caso di intervenire sul dispositivo. La prima cosa da fare è controllare che il dispositivo Echo sia carico e connesso a Internet e che non vi siano problemi nella connessione.

Se non vi è nessun problema né di voce, né di connessione, allora forse è il caso di ripristinare il dispositivo Echo alle impostazioni di fabbrica.

 

Che fare invece se Alexa non trova o non riconosce i dispositivi smart?

Alexa è compatibile con molti dispositivi smart per la domotica e non solo, ma a volte possono verificarsi dei problemi nell’associazione di Alexa a i dispositivi smart home. Ecco dunque come risolvere i più comuni problemi relativi all’associazione tra l’assistente vocale e i dispositivi che abbiamo scelto.

La prima cosa da fare, e sarebbe bene farlo prima dell’acquisto, è verificare che il dispositivo sia davvero compatibile con il sistema Alexa. Una volta sicuri di questo possiamo procedere con la configurazione del dispositivo online. Il dispositivo smart deve essere configurato online in maniera corretta, andando alla pagina Alexa di Amazon e completando la configurazione.

A volte, se l’app Alexa non è in grado di rilevare un nuovo dispositivo, basta riavviarla. Se non dovesse bastare potrebbe essere necessario riavviare anche il dispositivo Echo. Se ancora dovremmo rilevare problemi, assicurarsi che lo smartphone su cui abbiamo l’app Alexa ed il dispositivo Echo siano collegati alla stessa rete WiFi.

Se ancora non dovesse funzionare, allora potrebbe essere necessario riavviare il router. Ma tenete presente che a volte possono esserci problemi indipendenti da Alexa e dai dispositivi Echo. A volte infatti può capitare che le app terze che gestiscono alcuni dispositivi smart e che si interfacciano con Alexa, potrebbero avere dei problemi o magari necessitare di aggiornamenti, come successo qualche tempo fa per l’app per smart home di eWeLink.

 

Quando il problema è il WiFi

Un problema molto frequente è che Echo abbia difficoltà a rimanere connesso stabilmente alla rete WiFi. Se dovesse accadere ce ne accorgeremmo subito in quanto il led circolare di Echo diventa rosso per segnalarcelo.

Una volta appurato che non si tratta di problemi generali sulla linea telefonica, dovremo procedere con il riavvio del router e del modem e, se ancora non dovesse essere sufficiente, anche del dispositivo Echo.

Un altra soluzione può essere quella di controllare che la password del WiFi inserita sull’app Alexa sia quella corretta. È inoltre utile assicurarsi che il dispositivo Echo sia nel raggio di copertura del WiFi. Se dovessimo renderci conto che Echo è troppo distante dal router, allora basterà semplicemente spostarlo. Potrebbe essere d’aiuto anche ridurre la congestione WiFi, spegnendo o scollegando momentaneamente tutti i dispositivi connessi alla rete domestica.

Anche in questo caso se nulla di ciò dovesse funzionare, allora dovremo ripristinare Echo alle impostazioni di fabbrica.

 

Quando Alexa risponde anche se non la chiamiamo

Si sa che tutti gli assistenti vocali sono molto sensibili al loro nome e appena lo pronunciamo, anche all’interno di normali conversazioni, senza l’intento di chiedere i suoi servigi, questi si attivano immediatamente. Spesso Alexa si attiva anche solo pronunciando una parola che assomiglia vagamente al suo nome oppure se sente il suo nome alla TV.

La prima cosa da fare è evitare di tenere il dispositivo Echo vicino alla televisione o alla radio. Un’altra opzione potrebbe essere anche quella di modificare la parola di attivazione, ad esempio da “Alexa” a “Assistente” o una qualsiasi altra parola a nostra scelta. Un’altra opzione è quella di premere il pulsante “muto” mentre si guarda la tv o ascolta la radio.

 

Problemi nelle chiamate

Una delle tante cose che l’assistente Amazon può fare per noi è quella di effettuare chiamate. Se dovessero verificarsi dei problemi nel chiamare tramite Alexa, la prima cosa da fare è verificare che le informazioni dei contatti siano corrette.

Se la rubrica non ha nessun problema, allora è il caso di verificare la connessione e assicurarsi di pronunciare chiaramente il nome del contatto che si desidera chiamare, così come lo abbiamo registrato nella rubrica.

Anche in questo caso se non risolviamo in nessuno di questi modi, allora si dovrà riavviare il dispositivo Echo. In fondo il classico spegni e riaccendi funziona quasi sempre e quasi con tutto.

Foto di finnhart da Pixabay