Roma bus elettrico
Ph. Credit: La politicalocale

Dal 23 giugno ha aperto a Roma una mostra davvero unica nel suo genere, in quanto un bus elettrico ci permetterà di tornare a vivere le grandi rovine imperiali dell’Antica Roma. Ha la velocità media di un monopattino e una capienza da 16 posti, grandi finestrini magici in grado di ridare vita ai Fori Imperiali fino al Teatro di Marcello, esattamente come 2.000 anni fa anche con gli stessi profumi.

Il brevetto originale è depositato dalla Invisible Cities e fa già gola a diverse grandi società del settore a livello mondiale. A bordo del Vr Bus 5G ci si può immergere nella Roma antica. Un viaggio nel tempo di 30 minuti grazie ad una startup creata da Arsenale 23 e il supporto di Linkem insieme alla collaborazione di numerosi specialisti di effetti visivi e archeologi. 

 

Antica Roma, un bus elettrico che viaggia nel tempo

Il bus è di colore rosso ed è completamente elettrico, silenzioso e di piccole dimensioni. In un insieme di musica, suoni e un sistema integrato di fragranze si garantisce un’immersione 3D con la tecnologia VR “visor free”. Quindi basterà sedersi e guardare fuori per un’esperienza davvero unica. Tutte le ricostruzioni architettoniche sono visibili sugli schermi Oled posti sui finestrini e cosi confrontare e ammirare le bellezze di oggi con quelle di ieri.

Grazie al brevetto Movx è possibile sincronizzare la velocità e la posizione del bus nello spazio fisico reale con quelli nello spazio virtuale, riproducendo ogni curva, buca e dosso presenti all’epoca. Si tratta davvero di un’iniziativa moderna e unica nel suo genere per raccontare la storia millenaria della Capitale in una nuova veste per attrarre ancora più pubblico. L’obiettivo principale è rivolto alla sostenibilità, in quanto il bus è completamente elettrico e verso il rispetto delle bellezze architettoniche antiche e dell’ambiente circostante.

Invisble cities ha rivoluzionato il modo in cui fruire i contenuti virtuali, aprendo un mondo in grado di valorizzare il nostro patrimonio archeologico. Essere contemporanei è anche questo: prendere il meglio che che abbiamo e reinterpretarlo dandogli un nuovo futuro. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 16,20 alle 19,40 al costo di 15 euro. I biglietti si possono acquistare presso i Fori Imperiali o sul sito vrbusroma.it

Ph. Credit: la politicalocale