trasporto aereo velivolo
Ph. Credit: SE Aeronautics

SE Aeronautics, leader mondiale dei trasporti aerei per quanto riguarda la tecnologia e la sostenibilità, ha annunciato l’arrivo di un nuovo velivolo in grado di ridurre le emissioni di carburante del 70% e le emissioni di CO2 dell’80%. Questo avviene grazie alle tre ali del veicolo sui lati che danno spazio ad un design del velivolo più leggero.

Si chiama SE200 e questo mezzo di trasporto promette di rinnovare quello che è il trasporto aereo conosciuto finora, trasportando fino a 264 passeggeri con un’autonomia di oltre 10.000 miglia. Il velivolo è stato progettato e costruito durante la pandemia da Covid-19 quindi si è data maggiore importanza e attenzione alla circolazione dei flussi per evitare le malattie trasmissibili attraverso l’aria.

 

Il nuovo velivolo con tre ali rivoluziona il trasporto aereo

Il mezzo aereo è dotato di un sistema di ventilazione ad alimentazione ad aria, permettendo cosi al flusso d’aria e di non tornare mai in cabina qualora fosse contaminata. La nuova tecnologia e il nuovo design sono in grado di ridurre le emissioni di carburante e di anidride carbonica proprio per supportare la sostenibilità. Inoltre il design con le tre ali permette un viaggio più confortevole per grandi tratti e una partenza e atterraggio più morbidi.

La costruzione è tutta interamente in composito, modellata in un unico mezzo più resistente e più sicuro. Inoltre le ali incorporate sono abbastanza sottili e lunghe per una perfetta aerodinamica su tutto il velivolo. È caratterizzato anche da una fusoliera a scocca unica dove il carburante sarà immagazzinato in camere d’aria sigillanti proprio sopra la fusoliera. Come sappiamo la crescita del trasporto continua ad aumentare ogni volta con una media di 15 anni, tanto da portare il traffico aereo a oltre 16 miliardi di passeggeri e oltre 400 milioni di tonnellate di merci entro il 2050.

Questa crescita è rimasta costante anche con le varie crisi finanziarie e pandemie che stiamo vivendo. Ovviamente ciò può mettere il mondo in stand-by, ma molto presto tutto tornerà alla normalità ed anche il traffico aereo. Non solo supereremo tutte queste metriche, ma saremo anche in grado di costruire questi velivoli in meno della metà del tempo necessario per costruire normalmente un velivolo delle sue dimensioni. Questo velivolo sarà la soluzione più pratica, redditizia e permanente per la tecnologia degli aerei di linea attualmente poco performante.

Ph. Credit: SE Aeronautics