invasione lumache giganti florida
Ph. Credit: Wikipedia

Un’invasione di lumache giganti africane sta destando molta preoccupazione nel sud della Florida. Oltre a distruggere costruzioni e terreni possono essere davvero pericolose per noi umani. Infatti sono portatrici di un parassita che potrebbe colpire le vie respiratorie e procurare la meningite. Sono considerate grandi come topi e non è la prima volta che colonizzano questo paese.

Sono state avvistate già negli anni 60 e nel 73. La città di Port Richey, a causa delle lumache giganti, sarà quindi in quarantena per tre anni. Per combatterle verrà usato un pesticida, il metaldeide, che rimane innocuo per piante e frutti, ma non per le lumache giganti. I cittadini, inoltre, non potranno spostare piante, rifiuti dei cortili, detriti, compost e materiale da costruzione al di fuori della zona delimitata. Lo ha stabilito il dipartimento dell’Agricoltura e dei servizi ai consumatori della Florida.

 

Florida, 3 anni di quarantena per l’invasione di lumache giganti

Sono originarie dell’Africa Centrale e molto probabilmente sono arrivate in America a causa del commercio illegale di animali. Si nutrono di oltre 500 specie di piante e di cemento e producono oltre 1200 uova all’anno. Hanno sia sistemi riproduttivi maschili che femminili e non hanno bisogno di un partner per procreare. Inoltre non hanno predatori naturali e la loro durata di vita è fine a 9 anni.

Anche e soprattutto per questo, mentre le operazioni di recupero, disinfezione e quarantena sono già iniziate, viene raccomandato di non toccarle se non con l’ausilio di guanti. L’importazione e detenzione delle lumache giganti africane non sono consentite. Così, Chiunque le vedesse, è l’appello del Dipartimento, denunci immediatamente. Sono voraci e si riproducono velocemente.

Ph. Credi: Wikipedia