yeedi

Yeedi è una realtà che nel corso degli ultimi anni ha compiuto incredibili passi in avanti nel mondo dei robot aspirapolvere, infarcendo i propri prodotti di tecnologie sempre più recenti ed innovative, migliorando di conseguenza l’esperienza finale dell’utente. Dall’altro lato della barricata troviamo iRobot, un’azienda che non necessita assolutamente di presentazioni, la più conosciuta realtà del settore, sia per qualità che diffusione sul territorio. Rientrando nella fascia di spesa dei 500 euro, cerchiamo di capire quale è il miglior robot aspirapolvere, confrontando da un lato Yeedi Vac 2 Pro, dall’altro iRobot Roomba 981.

 

Design e estetica

Entrambi i prodotti presentano il classico design circolare a cui siamo abituati parlando di robot aspirapolvere (in contrasto ad esempio con la forma a D dei Neato), sono entrambi realizzati in plastica con ottimi materiali di costruzione, che conferiscono una certa robustezza ed affidabilità anche a lungo termine. La colorazione bianca dello Yeedi Vac 2 Pro la riteniamo sicuramente migliore, in quanto eventuali graffi tendono a notarsi di meno, ed allo stesso tempo, sembra trattenere in maniera ridotta la polvere.

Le dimensioni sono molto simili tra loro, il Roomba presenta un diametro di 35,1 centimetri, mentre lo Yeedi di 35cm, la differenza fondamentale è invece legata all’altezza, discriminante fondamentale ad esempio per permettere la pulizia sotto i divani o i tavolini. In questo il Vac 2 Pro di Yeedi vince assolutamente a mani basse, poiché raggiungendo i 7,7 centimetri (contro i 9,2cm del rivale), riesce ad insinuarsi alla perfezione in ogni anfratto dell’abitazione. Il peso è marginale, parliamo comunque di 5 kg contro i 5,7 kg del prodotto iRobot.

Spostando l’attenzione nella parte inferiore, notiamo la presenza su entrambi i modelli di una singola spazzola laterale, con le caratteristiche due spazzole in gomma multi-superficie del Roomba 958, contro la tradizionale spazzola centrale del Vac 2 Pro. Entrambe forniscono una pulizia su un’ampia superficie, l’accuratezza e la differenza di potenza è talmente minima da risultare quasi superflua. Sotto questo punto di vista, li possiamo ritenere praticamente equivalenti, ricordando comunque la regolazione automatica della potenza in relazione alla superficie su entrambi i modelli, ed i sensori Dirt Detect di irobot che riconoscono le aree più sporche, inviando a Roomba l’input di pulirle più a fondo.

L’accesso al contenitore avviene spostando la parte superiore, la capienza vira leggermente in favore del modello iRobot, in quanto raggiunge circa 600ml contro i 420ml del prodotto Yeedi. Ciò che fa la differenza, tuttavia, riguarda la funzione di lavaggio solamente presente in quest’ultimo (con contenitore per l’acqua da 180ml, nonché lavaggio/aspirazione in contemporanea), completamente assente sul Roomba. La base di svuotamento, in entrambi i casi, può essere acquistata come accessorio a parte.

 

Navigazione e batteria

modelli confrontati non dispongono di una torretta laser, il prodotto iRobot sfrutta il sistema di navigazione iAdapt 2.0 con visual localization, contro una fotocamera integrata perfettamente nella parte superiore ed il riconoscimento 3D degli ostacoli di Yeedi. La mappatura è sicuramente migliore su quest’ultimo, in quanto riesce ad individuare ogni singolo angolo dell’abitazione, anche i più remoti e nascosti, permettendo al robot aspirapolvere di muoversi con tranquillità negli spazi, riconoscendo anche eventuali ostacoli. Il modello iRobot funziona ugualmente bene, ma risulta essere più violento, andando a sbattere contro gli ostacoli, prima di fermarsi, con il rischio di rovinare sia l’abitazione, che sé stesso, in quanto sente la mancanza del riconoscimento di ciò che lo circonda.

Spostando l’attenzione sull’autonomia, non possiamo che elogiare nuovamente il lavoro svolto da Yeedi, data anche la presenza di un componente più capiente. Sul Vac 2 Pro è stato installato un componente da 5’200mAh, in grado di raggiungere un autonomia di 220 minuti (in modalità normale), in netto contrasto con i soli 3’300mAh del Roomba 981, che non permettono di superare i 120 minuti di autonomia. La differenza la si nota più che altro in case dalle dimensioni elevatissime, poichè entrambi permettono di pulire circa 100 mq con una sola passata (possono comunque riprendere la pulizia in un secondo momento).

 

Potenza e Applicazione

La potenza di aspirazione vira il nostro confronto nuovamente in favore del prodotto di casa Yeedi, il Vac 2 Pro raggiunge infatti un massimo di 3000Pa, contro i 1700Pa del Roomba 981, il cui motore comunque comprende 3 livelli di aspirazione, con velocità fino a 10X (ed il sistema Dirt Detect di cui vi parlavamo prima). La differenza nella spazzola si sente sopratutto sulla tipologia di pavimento su cui viene utilizzato il prodotto, il robot roomba è maggiormente consigliato per tappeti/moquette, mentre il modello Yeedi sicuramente per pavimenti più duri ed irregolari, in quanto le setole permettono di raccogliere nel miglior modo la sporcizia. La differenza di potenza si tramuta in una maggiore rumorosità del modello Yeedi, raggiungendo 67 dB, contro i 58 dB del Roomba.

L’ultima grande differenza l’abbiamo notata nell’applicazione ufficiale, è innegabile essere migliore quella di Yeedi, per le enormi possibilità di personalizzazione in fase di utilizzo. Una volta mappata l’abitazione, su quest’ultima è possibile suddividere l’area in più stanze o ad esempio definire confini invalicabili, soluzioni assenti nell’app iRobot, all’interno della quale possiamo solamente programmare la pulizia, scegliere la potenza di aspirazione e poco altro. Entrambi i prodotti, ci teniamo a ricordarlo, sono compatibili con Google Assistant Amazon Alexa.

 

 

Yeedi Vac 2 Pro vs iRobot Roomba 981: conclusioni

In seguito ad una lunga ed approfondita digressione, non possiamo che considerare migliore lo Yeedi Vac 2 Pro per molteplici motivi: migliore autonomia, tecnologie più recenti ed aggiornate, funzione di lavaggio, maggiore potenza di aspirazione, dimensioni ridotte, navigazione e mappatura più accurate, con applicazione più definita e personalizzabile. Il prodotto può essere acquistato su Amazon con uno sconto di 70 euro rispetto al listino di 449 euro, basterà inserire il seguente codice LTRJHNCV; i giorni del Prime Day (12 e 13 luglio), invece, lo sconto verrà applicato in automatico. L’unico aspetto su cui il Roomba 981 è risultato essere migliore, riguarda il riconoscimento automatico dello sporco, una funzione apprezzata, ma marginale nell’esperienza complessiva di tutti i giorni.