smartphone
Photo by Jenny Ueberberg on Unsplash

Avete mai notato che se si utilizza lo smartphone durante i giorni particolarmente caldi, questo si surriscalda in pochi secondi? Ciò succede perché il caldo estivo, oltre ad avere effetti negativi su di noi, li ha anche sui nostri dispositivi tecnologici. Gli smartphone, in primis, diventano super caldi se utilizzati a lungo sotto al sole, con conseguenze negative sulle prestazioni e non solo. Come ridurre al minimo il fenomeno? In questo articolo andiamo ad elencare una serie di consigli molto utili.

Gli smartphone sono progettati per funzionare in maniera ottimale a temperature che non siano “eccessive”. Durante le giornate estive capita spesso che si raggiungano i 40 gradi centigradi. In situazioni del genere, lo smartphone si surriscalda molto velocemente e inizia a manifestare effetti negativi in termini di: prestazioni, durata della batteria e luminosità del display. Scopriamo come ridurre al minimo i danni.

 

Smartphone: come proteggerli dal surriscaldamento dovuto al caldo estivo

Se state pensando di mettere il vostro smartphone in frigo per evitare che non si surriscaldi, siete fuori strada! Ci sono sono una serie di piccoli consigli da seguire che potrebbero davvero migliorare la problematica del surriscaldamento del vostro dispositivo nei giorni molto caldi. I consigli sono:

  • Non lasciare lo smartphone in carica per più del dovuto;
  • Non utilizzare il dispositivo mentre è in carica;
  • Evitare l’utilizzo del dispositivo sotto la diretta luce del sole o in luoghi molto caldi;
  • Evitare di lasciare il dispositivo in luoghi molto caldi (es. auto);
  • Se possibile, alleggerire il dispositivo utilizzandolo senza cover e pellicole protettive che trattengono il calore;
  • Disattivare le funzioni che non si utilizzano;
  • Se possibile, utilizzare la funzione di risparmio energetico.