Earth Overshoot Day superamento Terra
Foto di Arek Socha da Pixabay

Oggi 28 luglio 2022 è l’Earth Overshoot Day, ossia la giornata in cui il mondo ha esaurito le risorse naturali che la Terra ci offre per quest’anno. Infatti già a partire dal giorno successivo cominceremo a usufruire di quelle del 2023. Per determinare la data dell’Earth Overshoot Day, il Global Footprint Network, una premiata organizzazione internazionale di ricerca e no-profit, combina i dati e formula le ipotesi più ragionevoli per valutare la situazione delle risorse dell’umanità.

Ciò significa che l’umanità attualmente utilizza il 75% in più di quello che gli ecosistemi del pianeta possono rigenerare. Dall’Earth Overshoot Day fino alla fine dell’anno, l’umanità opera sulla spesa in deficit ecologico. La data cade un giorno prima rispetto allo scorso anno, a dimostrazione del fatto che l’umanità ha continuato ad ampliare il suo deficit ecologico annuale. Solitamente viviamo come se avessimo a disposizione 1,5 Terre, ma purtroppo non è cosi.

 

Earth Overshoot Day, la giornata del superamento della Terra

Questo è un dato medio in quanto ci sono determinati paesi al mondo che vivono come se avessero 5 Terre, come gli Stati Uniti. L’Italia vive e consuma come se ne avesse 2,7, tanto da aver esaurito le risorse di questo 2022 già lo scorso 15 maggio. Ciò quindi porta ad un esaurimento delle risorse e a una crisi climatica mai cosi evidenti come in questo anno. I cambiamenti climatici non sono più un problema riguardante il futuro, ma è un problema vivo e gravissimo ai nostri giorni. Le temperature si stanno sempre più alzando, le piogge sono scarse, i boschi vanno a fuoco a causa della siccità e quando piove ci sono eventi violentissimi.

Le risorse che non sono rinnovabili o richiedono molto tempo per rinnovarsi, includono suoli, foreste, falde acquifere, acqua dolce, zone umide, seminativi, minerali e combustibili fossili e fanno capo al “capitale naturale”. Usando questo capitale come reddito, riduciamo la nostra capacità di realizzare reddito in futuro e alla fine andremo in bancarotta. l perdurare da 50 anni di questa situazione di sovrasfruttamento delle risorse naturali significa che i deficit annuali si sono accumulati in un debito ecologico pari a 19 anni di rigenerazione del pianeta. Il risultato è un degrado diffuso degli ecosistemi e l’accumulo di gas serra in atmosfera.

 

La crisi climatica è un problema imminente

La crisi delle materie prime che stiamo vivendo, ne è una innegabile testimonianza. Per rigenerare tutte le risorse ed i servizi ecosistemici che l’umanità attualmente richiede al pianeta, è necessaria la biocapacità di 1,75 Terre, ma questo numero deve scendere a 1,00 o meno per poter vivere in modo sostenibile. I nostri stili di vita, basati sulla produzione, il consumo, lo scarto e l’inquinamento, ci hanno portato a questo terribile stato di cose. Ma, poiché le attività umane sono alla base di questa emergenza planetaria, ciò significa anche che noi deteniamo la chiave per le soluzioni. Ora è il momento di trasformare il nostro rapporto con la natura e tracciare un nuovo percorsi.

Lo scopo dell’Earth Overshoot Day è aumentare la consapevolezza del pubblico sull’uso eccessivo e sull’esaurimento delle risorse. Come possiamo tutti impedire che ciò accada? Per salvare le risorse per la prossima generazione, spetta a tutti noi unirci e dare una mano. Innanzitutto, dobbiamo tutti riconoscere il valore delle risorse che utilizziamo attualmente, adottare una mentalità di conservazione di queste e guardare verso un futuro sostenibile. La cosa più impattante che tutti possiamo fare è ripensare al modo in cui produciamo e consumiamo.

Foto di Arek Socha da Pixabay