vaiolo-delle-scimmie-emergenza-usa
Image by Gerd Altmann from Pixabay

Il presidente degli Stati Uniti ha dichiarato il vaiolo delle scimmie un’emergenza di salute pubblica dopo il continuo aumento di nuovi casi nel paese. Oltre a una mossa dovuta di fronte a questo scenario, serve anche per poter agire nel modo migliore. Questo stato permette di fatto di raccogliere e convogliare i fondi pubblici per combattere al meglio la nuova epidemia.

Al mondo il focolaio peggiore degli Stati Uniti si trova a New York dove ci sono oltre 6.600 casi che ovviamente continuano a salire. Queste le parole del segretario alla salute: “Siamo pronti a portare la nostra risposta al livello successivo nell’affrontare questo virus e invitiamo tutti gli americani a prendere sul serio il vaiolo delle scimmie e ad assumerci la responsabilità di aiutarci ad affrontare questo virus.”

 

Vaiolo delle scimmie: una nuova emergenza

Come ormai abbiamo imparato nel corso di due anni della pandemia di Covid-19, in realtà il numero dei casi è sicuramente più alto. Non tutti i casi risultano essere così ovvi perché ci sono sintomi più subdoli e facili da scambiare per altro o semplicemente facili da ignorare. Si parla di piccole lesioni e o eruzioni cutanee. Considerando che la trasmissione per contatto risulta abbastanza comune, risulta ovvio che il reale numero sia un altro.

Come ormai si sa da settimane, attualmente la strategia migliore è quella di vaccinare con il vaccino del vaiolo normale le persone più a rischio. I dati segnalano che il 99% dei casi negli USA sono tra uomini che hanno avuto rapporti sessuali con altri uomini quindi il gruppo di riferimento è questo.