covid-19 nuovo booster effetti
Foto di Alexandra_Koch da Pixabay

In questi ultimi giorni se andiamo nella nostra farmacia di fiducia sia nei centri vaccinali di Covid-19, riceveremmo un nuovo booster bivalente per questa malattia. Rispetto all’originale questo nuovo richiamo ha una seconda parte con la variante attuale Omicron. Questa nuova formulazione vuole offrire una maggiore protezione contro il tipo di coronavirus che esiste ora, ma questo vaccino può risultare diverso?

Secondo studi clinici gli effetti collaterali erano molto simili a quelli con il richiamo normale e persino con quello originale. Il più delle volte è arrossamento nel sito di inoculazione, un po’ di indolenzimento, sensazione di stanchezza per un giorno o due dopo, tutti gli stessi effetti collaterali che stiamo vedendo relativamente agli stessi tassi con il booster bivalente.

 

Covid-19, il nuovo vaccino ha effetti collaterali evidenti?

Altri effetti collaterali comuni del vaccino Covid-19 negli adulti, indipendentemente dal fatto che sia la formula aggiornata o meno, includono mal di testa, febbre, brividi e nausea. Nei bambini, gli effetti collaterali più comuni sono leggermente diversi. Per i bambini molto piccoli, tra i 6 mesi e i 3 anni, vedrai spesso indolenzimento al sito di iniezione, ma anche linfonodi ingrossati, irritabilità, sonnolenza o perdita di appetito. Nei bambini dai 4 ai 17 anni sono più simili a quelli che vedono gli adulti. Gli effetti collaterali in questa fascia di età hanno maggiori probabilità di verificarsi dopo la seconda dose.

Al riguardo il CDC ha affermato che gli effetti sono davvero lievi e passano in uno o due giorni. La Food and Drug Administration ha autorizzato l’uso di due booster Covid-19 bivalenti. Lo scatto Moderna è disponibile per gli adulti, mentre lo scatto Pfizer è disponibile per le persone di età pari o superiore a 12 anni. È difficile dire quanto meglio questi booster ci proteggeranno dal virus rispetto all’ultima versione, perché i test di questa ricetta esatta sono appena iniziati nelle persone. La FDA ha autorizzato i nuovi booster basati in gran parte su studi sull’uomo di un vaccino modificato in modo simile che è stato appena raccomandato dalle autorità di regolamentazione in Europa. Quei colpi ottimizzati prendono di mira un precedente ceppo di omicron, BA.1, che è circolato lo scorso inverno, e gli studi hanno scoperto che hanno potenziato gli anticorpi anti-virus delle persone.

Con quella precedente versione di omicron ora sostituita da BA.4 e BA.5, la FDA ha ordinato un ulteriore ritocco ai colpi e i test sui topi hanno mostrato che innescano una risposta immunitaria altrettanto buona. Non c’è modo di sapere se gli anticorpi prodotti da un booster abbinato a omicron potrebbero durare più a lungo di alcuni mesi. Ma un booster dovrebbe anche rafforzare la memoria del sistema immunitario, aumentando la protezione contro gravi malattie dal virus in continua mutazione.

Foto di Alexandra_Koch da Pixabay