scorpioni specie california
Foto di Welcome to All ! ツ da Pixabay

Una coppia di adolescenti hanno fatto una scoperta davvero sorprendente: hanno trovato due nuove specie di scorpioni. Per una specie a rischio il lavoro dei due ragazzi può essere un salvavita. I due ragazzi hanno fatto questa scoperta grazie ad un suggerimento sui social ed escursioni in cui gli aracnidi vivono. Tutto è iniziato quando i due ragazzi, che si sono incontrati mentre lavoravano in una riserva naturale, hanno individuato gli scorpioni non identificati su iNaturalist, un social network che consente alle persone di condividere le proprie osservazioni sul mondo naturale.

Gli utenti di tutto il mondo possono caricare foto di organismi che hanno individuato e altri esperti nell’area possono identificarli. Specie non identificate compaiono spesso sulla piattaforma, ma questi due esemplari hanno attirato la loro attenzione in parte a causa del loro piccolo areale. Questi esemplari sono geograficamente isolati e vivevano intorno a laghi salati o pianure alcaline, lasciando un brutale ambiente desertico.

 

California, due adolescenti hanno scoperto due specie di scorpioni

Ciò significa che questi animali devono resistere a condizioni estreme o comunque devono essere in grado di adattarsi. Proprio per questo molto probabilmente hanno vissuto in questi habitat per decine di migliaia di anni, attraverso l’ultimo grande cambiamento dell’ecosistema. La specificità delle loro posizioni ha reso più facile identificare le specie senza fare un sacco di lavoro di base per fare una descrizione coerente. Tuttavia questa specificità comporta anche rischi per gli scorpioni: qualsiasi minaccia al loro habitat limitato, come i parchi solari, potrebbe essere disastrosa.

Da qui quindi hanno iniziato il processo di descrizione della specie, un processo reso pesante dalla minaccia ambientale per P conclusus , il cui piccolo habitat non è protetto. È un processo noioso che implica descrizioni dettagliate e comparative di qualcosa che le persone non hanno mai visto prima. Ecco perché è così sorprendente che questi due abbiano attraversato l’intero processo. Manterranno l’attenzione sugli scorpioni, osservando che il destino di una specie come P conclusus ha implicazioni molto più ampie.

Gli sforzi di conservazione non sono pensati solo per P conclusus stesso. La sua presenza nell’habitat unico indica che c’è un intero ecosistema con molti fattori probabilmente rilevanti che non comprendiamo completamente. Quindi, quando miriamo a preservare questo paesaggio, l’idea è davvero quella di preservare un ecosistema completamente unico e tutte le altre piante e animali che vi vivono il più a lungo possibile.

Foto di Welcome to All ! ツ da Pixabay