in

Alphabet scarica Boston Dynamics (e i suoi mostruosi robot)

Alphabet, gruppo del quale fa parte Google, si è liberata di due aziende robotiche: Schaft e Boston Dynamics. A chiudere l’affare è stata SoftBank, compagnia telefonia nipponica, che da qualche anno punta forte sui robot.

Alphabet Inc. è una holding alla quale fanno capo varie aziende, la più famosa è senza dubbio Google, ma ci sono altre realtà da tenere d’occhio. Tra queste ci sono due aziende che si occupano di robotica Schaft e Boston Dynamics, famosa per prodotti che sembrano usciti da film dell’orrore. Da diversi mesi ormai Alphabet non considera più strategico il team BD, acquisito nel 2013.

In queste ore entrambe le aziende sono state cedute alla compagnia telefonica giapponese SoftBank. Boston Dynamics era in vendita da almeno un anno e i suoi robot non portavano risultati economici soddisfacenti, forse anche a causa del loro aspetto… Non proprio rassicurante.

I folli robot BD non interessano più ad Alphabet

Alphabet ha lungamente trattato con Toyota, l’affare però non si è mai materializzato, Boston Dynamics è stato acquisito nel 2013 quando a capo del progetto c’era Andy Rubin, all’epoca numero uno del progetto Android, poi Rubin se ne è andato e BD ha galleggiato fino a oggi.

Boston Dynamics Alphabet Google Robot

Ogni volta che Boston Dynamics rilasciava un video mostrando le sue nuove creazioni, pensiamo al quadrupede robotico Spot, sembrava quasi che questi macchine realizzate per sfida invece che prodotti da piazzare sul mercato. SoftBank negli ultimi anni si è affacciata al mondo della robotica, puntando su prodotti realmente appetibili.

Nel 2015 SoftBank ha messo le mani sulla francese Aldebaran, che produce Pepper, robot commesso pensato per lavorare nei negozi. I robot di Schaft e Boston Dynamics sono realizzati per risolvere veri problemi con un approccio innovativo, a differenza di Pepper, il cui utilizzo è piuttosto limitato.

Non è chiaro quanto SoftBank abbia versato nelle casse di Alphabet per le due compagnie robotiche, il CEO Masayoshi Son si è limitato a un commento sul futuro dell’umanità, secondo lui è necessario “esplorare applicazioni che possano rendere la vita più facile, sicura e soddisfacente”. Staremo a vedere se SoftBank riuscirà a realizzare ciò che Alphabet non è riuscita a fare.

Fonte: qz.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…