In quest’ultimo periodo le cause per violazione di brevetto pare siano divenute una costante entro cui rientra ora anche AMD postati in contrapposizione alle società di LG, MediaTek, Vizio e Sigma Designs.

Una società di chipmaking che sino ad oggi si era tenuta praticamente fuori da qualsiasi azione legale in merito alle contestazioni sulle proprietà intellettuali e relative violazioni ma che si pone al centro di una questione che riguarda i problemi relativi a tre presunti brevetti violati.

Le proprietà intellettuali in questione riguarderebbero due brevetti ATI ed uno AMD in merito ai datasheet tecnici ed alle soluzioni di elaborazione grafica. L’aspetto della vicenda che di certo più colpisce è che la società non imputa la colpa ai produttori ma bensì a coloro ceh hanno provveduto alle implementazioni sui prodotti finiti.AMD

In merito alla questione si fa riferimento esplicito ad alcune soluzioni SoC di casa MediaTek come il P10 a bordo di alcuni smartphone LG e Sigma X7 adoperato in alcune Smart TV di Vizio. AMD ci tiene a precisare che questi sono solo alcuni esempi in quanto la questione coinvolge un parco prodotti e situazioni ben più ampie.

Al momento la causa è al suo stato iniziale e pertanto si attendono ulteriori informazioni in merito agli sviluppi della vicenda. In particolare la società lesa richiede l’immediato blocco delle importazioni e della vendita dei device coinvolti all’interno del contesto statunitense. A tutto questo ci sarebbe da sommare poi anche un ammontare economico ancora da definirsi. Staremo a vedere come andrà a finire. Vi aggiorneremo con ulteriori dettagli nel corso dei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE: AMD risponde agli utenti NVidia: i nostri driver non sono secondi a nessuno