In una recente intervista, Angela Ahrendts ha confermato che non intende sostituire Tim Cook, l’attuale CEO di Apple, o almeno non in questo momento. Ahrendts ha precisato, inoltre, che le indiscrezioni emerse nelle ultime settimane in merito siano delle vere e proprie fake news. La responsabile sostiene che il ruolo di Cook è saldo e inoltre lo stesso starebbe già formando la prossima dirigenza di Apple affinché si verifichi un passaggio al nuovo CEO facilmente e senza problemi.

In ogni caso, la posizione attuale di Tim Cook, come presidente della società, resta ben salda, quindi il cambio è ancora lontano dall’avvenire. Le rivelazioni sono state fatte da Angela Ahrendts durante un’intervista rilasciata a BuzzFeed News in cui ha assistito anche lo stesso Cook. L’intervista è stata fatta in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo Apple Store presso la Michigan Avenue di Chicago.

Angela Ahrendts no CEO Apple

Angela Ahrendts: la responsabile non intende diventare, per ora, CEO di Apple

I due esponenti della compagnia californiana hanno parlato di tutte le novità di Apple, del negozio stesso, del nuovo iPhone X, del futuro della società e del ruolo di Donald Trump. Secondo quanto dichiarato da Angela Ahrendts, riguardo alla notizia comparsa negli ultimi giorni che parlava di una sostituzione di Tim Cook come CEO di Apple, la dirigente risponde in maniera categorica sostenendo che si tratta assolutamente di una notizia falsa.

Lo stesso Tim Cook ha confermato che al momento non ci siano programmi riguardo al cambio del vertice. Allo stesso tempo, il numero uno della mela morsicata sta già pensando al futuro, formando la dirigenza in caso di sostituzione. In particolare, Cook vede il suo ruolo di CEO anche nel preparare quante più persone possibili a diventare amministratore delegato.

Alla domanda fatta dal giornalista di BuzzFeed News in merito alle poche unità di iPhone X disponibili al lancio, l’attuale presidente dell’azienda con sede a Cupertino ha sottolineato che il gruppo sta lavorando incessantemente per assicurare una distribuzione iniziale senza intoppi.

Per quanto riguarda, invece, Donald Trump, e i recenti scontri con Apple, il CEO intende assolutamente rimanere fuori dalla politica nonostante prende posizione quando questa ha conseguenze sul sociale. La compagnia statunitense mira a difendere la sua autenticità e i valori in cui da anni crede fortemente.