Apple WWDC 2017

Apple Corporation si è posta al centro dell’attenzione nel corso del primo giorno della Conferenza Internazionale degli Sviluppatori di quest’anno (WWDC 2017) proponendo novità interessanti, peraltro già anticipate alla vigilia dell’evento, sia sotto il profilo dei nuovi prodotti hardware che software.

L’hype generatosi nel corso di questi ultimi giorni attorno alle novità da proporsi in vista della manifestazione ufficiale ha lasciato il posto ad inaspettate novità, che si sono concretizzate nelle ottimizzazioni e nelle proposte portate avanti nel comparto Tablet, TV, iMac, Mac OS, iOS e Home Automation Wireless.

Vediamo insieme tutte le novità software ed i prodotti presentati dalla compagnia di Cupertino nel corso dell’evento.

Apple TVApple TV WWDC 2017

Il palcoscenico de McEnery Convention Center di San Jose è stato inaugurato dal CEO in carica Tim Cook, attraverso l’annuncio del nuovo supporto software supporto alle piattaforme Amazon su Apple TV, e ad alcuni dati circa la pletora di sviluppatori che, ad oggi, popola lo scenario internazionale dei sistemi di Cupertino. I developer, regolarmente registrati sullo store, sono 16 milioni in totale, 3 dei quali aggregatisi solo nell’ultimo anno. Lo sviluppatore più giovane ha 10 anni, mentre il più anziano 82.

Apple watchOSApple watchOS WWDC 2017

Ulteriori informazioni sono state fornite a proposito delle piattaforme watchOS 4, che introducono nuove feature relative all’attività fisica e nuove watchfaces, che ben si adattano alle preferenze estetiche e funzionali degli utilizzatori. Un sistema operativo che introdurrà una serie di nuove caratteristiche entro il prossimo autunno.

Apple High Sierra MacOS

L’argomento Mac è stato senz’altro il centro mediatico dell’evento. In primo luogo, si è aperta una discussione circa il nuovo sistema operativo presentato come MacOS High Sierra. Craig Federighi, Vicepresidente di Apple, ha introdotto le argomentazioni di un sistema che proporrà una versione rivisitata del web browser Safari che, secondo quanto dichiarato dalla compagnia, rappresenta in assoluto “il browser più veloce di tutti in ambiente desktop”.

Ottimizzazioni mirate si sono disposte soprattutto sul fronte della privacy e della sicurezza dei dati, grazie all’utilizzo di complessi algoritmi di machine learning di ultima generazione che intervengono automaticamente nei processi di navigazione online. Lo scopo ultimo del nuovo sistema di web surfing è, pertanto, la garanzia di una navigazione che filtri la possibilità di essere tracciati.Apple WWDC 2017

 

Safari, inoltre, bloccherà anche i video con funzione di attivazione in AutoPlay, garantendo così un’esperienza di utilizzo ottimale in ogni frangente. Con il nuovo OS, poi, cambiano anche i servizi Mail, i quali occupano ora un -35% di spazio su disco. Ulteriori miglioramenti si sono disposti anche a favore di Foto, ora decisamente più simile a Google Foto per le funzioni di riconoscimento dei volti.

Al momento, la Beta di MacOS High Sierra è già stata resa disponibile, sebbene la pubblicazione della Beta pubblica slitterà a fine mese. Il rilascio, invece, è previsto entro la fine dell’anno per tutti i Mac che hanno già ricevuto l’aggiornamento a Mac OS Sierra.

Apple iMac

Ampio spazio è stato dato anche ai nuovi iMac ed ai MacBook. Le postazioni desktop iMac offrono ora una grafica decisamente potenziata, con processori più affidabili e scattanti, porte Thunderbolt 3 e display Retina fino al formato d’uscita in risoluzione 4K. I processori si basano su un’architettura standard di fattura Intel per le piattaforme Kaby Lake, e riescono a spingersi sino al limite dei 4.2GHz di frequenza operativa in modalità standard. Frequenze che si portano addirittura ai 4.5GHz con sistema Turbo Boost attivo.

Come se non bastasse, Fusion Drive risulta attivo di serie per tutte le configurazioni da 27 pollici e sul modello top level da 21.5 pollici. Tutti gli iMac, tra l’altro, dispongono di una grafica potenziata, basata sulla nuova GPU Radeon Pro serie 500 con fino a 8GB di vRAM.

Passando ai portatili della linea MacBook e MacBook Pro, Apple ha aggiornato il datasheet delle componenti a garanzia di sistemi all’avanguardia che contino su processori più veloci ed SSD più rapidi. Inoltre, la società ha introdotto anche un nuovo MacBook Pro 13 pollici da €1.549.Apple iMac WWDC 2017

MacBook conta ora sull’azione delle nuove CPU made in Intel in revisione Core i7 Kaby Lake fino @1.3GHz con Turbo Boost @3.6GHz ed SSD del 50% più efficienti in termini di velocità di processing in lettura/scrittura dati. Apple, in merito ai nuovi prodotti, si è espressa dicendo che:

“Con un peso di appena 907 grammi e 13.1mm di spessore, il MacBook rappresenta il nostro notebook più sottile e leggero, ideale per un utilizzo quotidiano e in mobilità”

I nuovi modelli di iMac, MacBook e MacBook pro possono essere acquistati già da oggi attraverso lo store online della compagnia, e saranno disponibili presso i retailer Apple Store a partire da domani 7 Giugno 2017.

Ma la più grande novità di questa prima giornata dell’evento è stato senz’altro l’annuncio del nuovo iMac Pro. Un device che costa qualcosa come $5.000. Si tratta di un prodotto che rientra a pieno titolo nella sfera degli assoluti top di gamma del segmento workstation. Con il suo display da 27 pollici Retina 5K, offre sotto il cofano una dotazione hardware notevole, frutto di piattaforme Xeon fino a 18 core e sistemi di elaborazione grafica che sviluppano capacità computazionali fino a 22 teraflops.

Le prestazioni sono, in tal caso, davvero fuori dall’ordinario, ed offrono la possibilità di realizzare un editing grafico, per la realtà virtuale ed il 3D senza compromessi. La disponibilità è stata fissata per il prossimo mese di Dicembre 2017, giusto in tempo per le festività natalizie, sebbene non sia certo un device indirizzato al segmento mainstream dei consumer.

John Ternus, Vice President Hardware Engineering di Apple, ha riferito che:

“Siamo entusiasti di offrire a sviluppatori e clienti un’anteprima di iMac Pro. Sarà il nostro Mac più veloce e potente di sempre, e porterà per la prima volta su iMac capacità di elaborazione di classe workstation.  Abbiamo riprogettato l’intero sistema e creato una nuova architettura termica per offrire prestazioni straordinarie nel guscio elegante e silenzioso dell’iMac, che i nostri clienti amano: iMac Pro è un incredibile passo avanti, non si è mai visto niente del genere”

Un prodotto senz’altro straordinario, ma decisamente fuori portata dell’utente medio sul piano economico e funzionale.

Apple iPad Pro ed Apple iOS 11Apple iPad WWDC 2017

Nel contesto della WWDC 2017, Apple ha presentato anche due nuovi esemplari di iPad con diagonali da 10.5 e 12,9 pollici. La variante da 10.5 pollici rappresenta ed introduce alcune novità essenziali, come gli chassis borderless (cornici ridotte del 40% rispetto ai predecessori) che ricalcano le orme della concorrenza Samsung ed LG. Concedono in uso superfici compatte e ad ampio spazio di interazione. Una metodica costruttiva che lascia aperte ampie argomentazioni in merito alle future generazioni di iPhone 8 che, di fatto, erediteranno questi caratteri tipici.

Inoltre, i nuovi iPad sono dotati anche delle nuova tecnologia ProMotion con refresh rate @120Hz (riduce i consumi e migliora la qualità sul piano grafico) e di tutte le attività connesse ed annesse ai nuovi ecosistemi di prossima uscita per iOS 11. Tra le novità software, in tal senso, è impossibile non menzionare la nuovissima app File, il Dock personalizzabile, un multitasking ottimizzato e una migliore integrazione di Apple Pencil, che porta il limite della latenza a soli 20ms.

Tornando all’aspetto prettamente hardware dei prodotti, si avrà a che fare con dotazioni di chip A10X Fusion a 64 bit. I prodotti saranno disponibili fin da subito per il mercato di vendita, nelle previste colorazioni argento, grigio siderale, oro e oro rosa per la versione da 10.5 pollici al prezzo consigliato di €739 in versione 64GB con Wi-Fi e ad €899 per il modello da 64GB Wi-Fi + Cellular.
Argento, grigio siderale e oro ad un prezzo base di €909 per la variante da 12.9 in configurazione 64GB Wi-Fi e €1069 per il modello da 64GB Wi-Fi + Cellular.

Apple HomePod SpeakerApple HoemPod WWDC 2017

La Conferenza ha dato anche modo di apprezzare i progressi compiuti nel campo della domotica casalinga e dell’automazione dei processi. Così come anticipato nel corso degli ultimi giorni, di fatto, Apple ha provveduto a mettere in campo il nuovo speaker intelligente basato su IA Siri Assistant. Si chiama HomePod, ed è il primo altoparlante wireless indirizzato all’ambiente domestico. Il device possiede un’intelligenza artificiale propria, che gli consente di stabilire la posizione spaziale dell’utente nel contesto ambientale e, quindi, di regolare in automatico l’uscita audio sul livello ottimale.

Per funzionare necessita di un abbonamento attivo al servizio Apple Music, che offre in catalogo 40 milioni di brani e si posiziona al secondo posto negli indici di preferenza dietro a Spotify. Inizialmente disponibile in Australia, Regno Unito e Stati Uniti a partire da Dicembre 2017, giungerà anche in Italia nel corso del prossimo 2018.

Queste sono state tutte le novità presentate nel corso della Worldwide Developers Conference (WWDC) 2017 dal colosso di Cupertino. Che cosa ne pensi dei nuovi prodotti e delle ottimizzazioni specifiche del comparto software? Spazio a tutti i tuoi commenti al riguardo.

FONTE