in ,

Apple TV offrirà contenuti 4K con supporto HDR: connessione minima richiesta 15Mbps

Apple sta per presentare la sua Apple TV di quinta generazione, ma per godere di uno streaming 4K UHD sarà necessario rispettare dei requisiti ben precisi.

L’evento di domani 12 Settembre 2017 catalizzerà l’attenzione del pubblico e dei giornalisti presenti al consueto Keynote autunnale sul prossimo iPhone 8 di Apple e su tutte quelle che saranno le innovazioni da proporsi in un contesto tecnologico in continuo fermento. 

Un contesto che abbraccia un po tutti quelli che sono i rami della moderna tecnologia, dagli smartphone ai dispositivi intelligenti da polso fino alle nuove frontiere dell’intrattenimento domestico da realizzarsi per mezzo dei nuovi dispositivi Apple TV, verso i quali la compagnia di Cupertino garantirà un focus particolareggiato nel corso dell’attesissimo evento in programma che vedrà l’avvento di prodotti mossi da un core SoC A10X Fusion di ultima generazione ed una dotazione standard di memoria RAM con chip da ben 3GB.

Si tratta di un prodotto sul quale si è più volte speculato in lungo ed in largo e che seguiterà ad un nuovo paradigma di contenuti che vede le tecnologie 4K e le avanzate funzionalità HDR al centro della scena. A poche ore dal lancio delle nuove piattaforme cresce l’hype per dei prodotti che promettono di rivoluzionare seriamente il settore dell’home entertainment. In crescita i titoli accessibili tramite le piattaforme Apple iTunes che si arricchiranno presto di contenuti in altissima definizione.Apple TV 4K

Si tratta di produzioni destinate ad intrattenere tutti coloro che si garantiranno il possesso di una delle Apple TV di quinta generazione Per poter usufruire appieno di queste nuove tecnologie di visualizzazione 4K HDR si necessiterà quanto meno di una connessione stabile che preveda un bandwidth da 15Mbps, ovvero sia la medesima velocità di navigazione richiesta dal client Netflix per la visualizzazione dei contenuti @2160Mbps.

Ovviamente si tratta di valori puramente indicativi e pertanto c’è da prendere in considerazione una soglia minima ben più alta che richieda necessariamente una connessione domestica in Fibra Ottica o un piano dati mobile con connettività 4G e promozione idonea a garantire uno streaming che non vada ad erodere tutto il nostro bundle di traffico dati e non concorra a generare fastidiosi lag o interruzioni di servizio.

Il formato 4K Ultra HD, di fatto, richiede il download di un quantitativo di dati decisamente più elevato rispetto ad un classico formato standard HD in alta definizione ed ancor di più se si considera il supporto al formato High Dynamic Range che provvede a bilanciare al meglio i livelli di contrasto e luminosità in modo tale da garantire un’immagine ottimale e ricca di dettaglio.

Ovviamente, e questo teniamo a ribadirlo, tutto dipende dalla velocità di connessione, Tanto questa sarà stabile ed elevata tanto più fluide saranno le trasmissioni in streaming. A titolo di completezza, secondo quanto scorto tra le righe di codice del firmware di HomePod, riportiamo anche i profili colore supportati dal nuovo hardware di Cupertino: 

● Dolby Vision
● HDR-10 4:2:0
● HDR-10 4:2:2
● HDR-10 4:4:4
● YCbCr 4:2:0
● YCbCr 4:2:2
● YCbCr 4:4:4

In concomitanza alla presentazione della sua Apple TV 4K-ready la compagnia prevederà anche la contestuale ufficializzazione delle nuove piattaforme mobile smartwatch Apple Watch 3th Gen. delle quali abbiamo fornito adeguate anticipazioni in questi giorni ed iPhone 8, indiscutibile protagonista dei rumor e di tutte le indiscrezioni susseguitesi nel periodo. Seguiteci sui nostri canali per la diretta dell’evento di domani e non perdetevi tutte le anticipazioni in vista dell’apertura del Keynote.

FONTE

Google Dashboard: controllare ciò che Google sa su di voi diventa molto più facile, anche da mobile

Google Dashboard: controllare ciò che Google sa su di voi diventa molto più facile, anche da mobile

Windows 10 bug

Windows 10 Creators Update: cali di frame rate con i giochi, Microsoft risolverà presto