Render visore Apple di Ian Zelbo
Render di Ian Zelbo

Il noto analista Ming-Chi Kuo è tornato a parlare del tanto atteso visore AR/VR di Apple. Stando a quanto dichiarato dall’uomo, l’arrivo sul mercato del dispositivo subirà dei ritardi a causa di “problemi relativi al software”. Proprio qualche giorno fa, abbiamo parlato del sistema operativo del visore, è lui che sta dando filo da torcere a Cupertino?

Il visore AR/VR è senza dubbio uno dei prodotti più sfortunati di Apple. Dopo aver subito ritardi su ritardi a causa delle componenti, ora entra in gioco il software. L’azienda non demorde, il dispositivo arriverà comunque entro la fine del 2023 (in poche unità). Il ritardo sarà solo di alcuni mesi. Ecco tutti i dettagli a riguardo.

 

Visore AR/VR Apple: sarà difficile accaparrarselo prima della fine del 2023

Kuo sostiene che le spedizioni di massa dei componenti del nuovo visore Apple continueranno a rimanere in programma per il primo semestre del 2023. Come già accennato, però, il dispositivo finito non sarà spedito per la vendita prima del secondo semestre dell’anno. I problemi risiederebbero nel software. Kuo non si è soffermato a spiegare nello specifico di che tipo di problemi si tratta. É probabile, però, che sapremo di più nelle prossime settimane.

Anche se il visore arriverà in campo prima del 2024, ciò non vuol dire che avrete sicuramente la possibilità di acquistarlo. Stando alle previsioni, le disponibilità del dispositivo saranno di meno di 500.000 unità fino alla fine del 2023. Questo è un numero molto basso paragonato a quello della presunta richiesta (1.200.000 unità circa). Se volete acquistarlo, quindi, farete bene a prepararvi mentalmente già da ora, l’impresa sarà ardua. Restate in attesa per tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Ph. credit: zelbo.nyc