BMW annuncia la commercializzazione di Motorrad X2 City con grande sorpresa di tutti: un mezzo ibrido a metà strada tra una bicicletta ed un monopattino. Il punto di forza di questo ibrido è la sua capacità di districarsi nel traffico urbano senza fatica grazie al motore elettrico integrato sotto la scocca.

Frutto della collaborazione tra BMW e ZEG, Motorrad X2 City è disponibile da oggi in Germania presso alcuni selezionati negozi di biciclette. Il prezzo non è per i deboli di cuore: per portarlo a casa ci vogliono infatti quasi 2000 Euro.

Curiosa la scelta del nome per questa tipologia di veicolo: “Motorrad” farebbe pensare ad una inquinante moto, seppur grazie al lavoro di innovazione ogni anno le emissioni prodotte dai mezzi a combustione vengono ridotte sempre di più. Invece questo mix stravagante tra un monopattino e una bicicletta rappresenta la visione di BMW per una città ad emissioni zero.

BMW introduce un nuovo mezzo urbano, metà monopattino elettrico e metà bicicletta
Ecco la proposta di BMW per contrastare il traffico urbano: metà monopattino e metà bici, con grandi ruote robuste e motore elettrico

Quasi zero, dato che comunque c’è un motorino elettrico che batte sotto la scocca di Motorrad X2City. Per ricaricare la batteria agli ioni di litio l’unico modo al momento è quello di utilizzare la corrente elettrica che proviene dalle prese di casa nostra. Specialmente in Italia, non possiamo certo dire che l’energia che arriva nelle nostre caso sia il totale frutto di fonti rinnovabili.

Di sicuro però l’impatto ambientale, una volta caricato Motorrad X2 City, è nullo. E proposito di ricarica: la batteria agli ioni di litio da 408Wh viene ricaricata in circa due ore e mezza. Sul manubrio c’è un cambio a 5 velocità per scegliere di andare da 8 fino a 25km/h. E’ dotato di una luce di posizione posteriore e un fanale anteriore. Nel manubrio è anche integrata una presa USB, utile per caricare lo smartphone mentre siamo alla guida.

Lo stile BMW si vede dall’attenzione per i dettagli: ruote grandi e doppi freni a disco, parafanghi su entrambe le ruote e peso contenuto di soli 20 chilogrammi. Un mezzo interessante, forse sovra-prezzato, e che qui in Italia specialmente nei piccoli centri troverebbe enormi difficoltà tra sanpietrini e strade non perfettamente asfaltate.

 

FONTE